mercoledì 17 giugno 2020

Fast Bike Gear Extended Ignitech Manual


Tempo fa ho acquistato una centralina Ignitech TCI-P4, allo scopo di provarla montata su un motore con Carter SPH, dopo aver provato Dyna, Elektronik Sachse, e i pick-up e le centraline Kokusan originali montati sull'albero della distribuzione, volevo provare ad usare i pick-up Kokusan con la centralina programmabile Ignitech, per poi forse passare a pick-up effetto hall con la stessa centralina.
La Ignitech è completamente programmabile, consente di fare la curva di anticipo che si vuole in base a prove al banco o sensazione personale, consente una curva 3D gestendo un TPS o un sensore di pressione nel collettore, può gestire il cambio elettronico, la luce di cambiata, ha un'uscita per comandare il contagiri, una per la pompa benzina, per il cavalletto, ed infine consente di essere collegata a due switch per attivare cosine simpatiche tipo un riduttore di anticipo, o una seconda curva. Il tutto ad un prezzo molto conveniente, pari al costo di una Kokusan usata.
Tutto bello, e il difetto dov'è? Il difetto è che il manuale utente fornito da Ignitech è estremamente povero di informazioni, e anche poco comprensibile a mio avviso, mi è risultato difficoltoso anche  comunicare direttamente con il produttore...  Per questo motivo ho acquistato il manuale scritto da Liam Venter di Fast Bike Gear, che ad una cifra ragionevole fornisce un PDF di 50 pagine, frutto di molto lavoro, competenza, e tante prove al banco e su strada. L'ho trovato molto utile perché fornisce spiegazioni specifiche su questa centralina approfondendo molti concetti generici sull'accensione nei motori 4T, e fornendo una valida base a chi si vuole cimentare con queste cose ed ha deciso di approfondire un'argomento solitamente trascurato anche da tanti preparatori. Secondo l'esperienza di Liam i moduli Kokusan, visti anche su moto da corsa preparate per i vari campionati BoTT e Supertwin, sarebbero adatti al massimo ad un tosaerba. 
La TCI-P4 è un'opzione di accensione che si colloca all'estremità apposta delle accensioni a punto fisso (Dyna), e Kokusan, che non sono a punto fisso ma quasi, in quanto non hanno una curva d'anticipo che può essere definita tale perché fa uno scalino, passando dall'anticipo base a quello massimo ad un certo regime. Le famose Pederzini, poi Ducati performance facevano poco più, cioè 3 scalini, e secondo molti, me compreso, andavano addirittura peggio delle originali su motori preparati, e leggendo questo manuale si capisce perché.
Il manuale non fornisce informazioni confezionate, non ci si trova dentro la curva d'anticipo giusta in base alla configurazione del motore, ma fornisce consigli utili su come procedere per ottenere ottimi risultati, e spiega come intervenire per migliorare un'aspetto delle nostre moto che spesso viene trascurato, utile indipendentemente dal fatto che si voglia usare una centralina Ignitech o un'altra soluzione.
Buona lettura.