martedì 20 ottobre 2020

Poggio - Vallefredda 2020

Domenica si è conclusa la stagione del CIVS 2020 a Isola Del Liri. la gara della classe TTS è stata dominata dai piloti locali Palleschi e Parravano, con il solito Massimiliano Magnani sempre là sul podio a lottare per il campionato. Campionato che si è concluso appunto con Magnani che si conferma campione, Emo in seconda posizione, Emiliano Giardini terzo e Claudio quarto.










 

domenica 18 ottobre 2020

Nodesmobullshits

 La notizia della presentazione da parte di Ducati del V4 con distribuzione a molle, ha scatenato ovviamente  le dita sulle tastiere di un sacco di gente, e ci ha permesso di leggere una tale marea di corbellerie (cazzate) che in confronto la pandemia è roba da pivelli. Ducatisti integralisti scandalizzati che celebrano il funerale del desmo, giornalisti delle varie testate (più avanti farò qualche nome) che, tutti con grande sensazionalismo, passano dalla totale neutralità d'opinione ad altri che sono favorevoli o contrari, ma per i motivi sbagliati. Persone che scrivono di innovazione tecnologica, una distribuzione a molle... mah, progresso... dove? Sostenendo che la maggior parte della gente non sa nulla di cos'è o a cosa serve il demo, ovviamente non sapendone nulla nemmeno loro.

Il giornalista, scrittore ed amico Marc Poels, persona di grande cultura non solo motociclistica, già anni fa,  (2005 - 2008 ?) veniva accusato di blasfemia sul non compianto desmoblog, da quei ducatisti tanto integralisti quanto ignoranti, quando sosteneva che avrebbe avuto senso da parte di Ducati proporre versioni desmo e non demo dei propri motori, in base al modello e alla destinazione d'uso. Opinione che ho sempre condiviso e trovato intelligente oltre che rispettosa della tradizione del marchio. Marc girava l'europa su una ST4S che prima del fatale incidente aveva percorso più di 100000km, chilometraggio che tanti motosuvvisti si sognano di raggiungere ed altri invece superano abbondantemente, ed ovviamente se la sua ST4S non avesse avuto il demo, Marc avrebbe risparmiato un po' di soldini in manutenzione, pur non rinunciando a nulla visto l'utilizzo turistico stradale della moto.

Ducati nella propria storia ha fatto motori ad 1, 2, 3 e 4 cilindri (a V o in linea), e per tanti anni il desmo è stato riservato ai modelli sportivi di punta, tanto che Desmo era il nome del modello o della versione. Di tanti motori mono o bicilindrici sono state prodotte versioni demo o non desmo, senza che nessuno si scandalizzasse. Poi sono arrivati anni più difficili, dove la produzione si specializzò su moto prettamente sportive, ed anche se i motori venivano forniti anche ad altri, un po' per fare economia di scala, un po' perché, grazie all'esperienza su questa soluzione, i costi di produzione erano diventati paragonabili, la produzione diventò 100% desmodromica, ed anni dopo qualche CEO genio del marketing decise di sbandierare alcune scelte come imprescindibili per Ducati, e mi riferisco al desmo, al motore bicilindrico ed al telaio a traliccio, e qui ci vorrebbero due paragrafi di puntini.

Che vantaggi ha il desmo? In tanti pensano che sia inutile, o solo una bandiera di marketing, tutto sbagliato. Ai regimi più bassi la distribuzione assorbe meno potenza, permette di fare camme con geometrie spintissime, grandi alzate e grandi durate di apertura, niente sfarfallamenti fino a regimi altissimi. Ducati in moto GP ha costretto i giapponesi ad adottare le molle pneumatiche derivate dalla F1. Vi sembra poco? Il desmo è utile su una moto turistica stradale? Può regalare al motore un'erogazione particolare che a tanti piace, me compreso, ma con le norme antinquinamento più moderne e la mania per la fluidità della maggior parte dei clienti le moto si sono tutte appiattite, vanno tutte uguali perché così richiede il mercato (dicono), quindi, altra fila di puntini.

Per concludere, a me è sembrata una scelta sensata, perché anche se una distribuzione a molle non costa tanto meno in produzione, sicuramente allunga gli interventi di manutenzione. Anche i pochi che sanno cos'è e cosa consentirebbe di fare, su un motosuv non sentirebbero la differenza, figuriamoci la maggior parte degli utenti. Quindi, chissenefrega (tanto non comprerò mai una multisala, no multifava, insomma come caspiterina si chiama).

Ah già, i nomi: Motomag

P.S. I paragoni con le Porsche li aveva già fatti un'altro illustre personaggio senza farci una gran figura.

P.P.S. Post senza foto in modo che lo legga meno gente possibile.


giovedì 1 ottobre 2020

Lo Spino 2020


Foto Ottonero


Lo Spino 2020 si è chiuso con una gran bella vittoria di Emo nella gara di Domenica, che ha rifilato  un'imbarazzante distacco di svariati secondi a tutti in una difficile gara sotto la pioggia.

Il Sabato volendo è stato ancora più difficile perché non pioveva ma l'asfalto umido per la pioggia della notte, ed il freddo, hanno reso tutto complicato, Claudio ha finito la giornata con una caduta in gara 2 ed Emo in 3° posizione dietro a Giardini 2° e Magnani 1°

Classifica di campionato:

1° Massimiliano Magnani 142

2° Emo Antinori Petrini 140

3° Emiliano Giardini 123

Appuntamento il 17/10 alla Poggio - Vallefredda




 

venerdì 4 settembre 2020

Ottonero shots

Approfitto per una correzione a quanto indicato nel post precedente sulla classifica di campionato dopo Spoleto, prima posizione con parità di punti per Emo Antinori Petrini e Massimiliano Magnani con 61 punti, seguiti da Claudio Fioravanti con 58.












ottonero.blogspot.com
 

mercoledì 26 agosto 2020

Spoleto - Forca Di Cerro 2020

Piloti in palla e moto competitive nelle prime due gare del CIVS, archiviate con risultati molto incoraggianti per Claudio, con la moto raffigurata nello sfondo del titolo di questo blog, ed Emo con la sua 748.

1° Massi Magnani
2° Claudio Fioravanti
3° Emo Antinori Petrini
nella gara di Sabato

1° Emo Antinori Petrini
2° Claudio Fioravanti
3° Massi Magnani
nella gara di Domenica

Quindi primo posto in campionato per Emo e Massimiliano a parità di punti, 61,seguiti da Claudio con 58 e notevoli i tempi, specie quelli della Domenica, che hanno distrutto il record di categoria dell'anno scorso che era di 1,16 e spicci, con Emo che è salito in 1,14,0, e Claudio in 1,14,7.