domenica 13 maggio 2012

1199 panigale (è nato prima il becco o la gallina?)

Senza carene secondo me è bellissima. Estetica a parte, che non sarà originale ma è sempre meglio della precedente, la nuova Ducati superbike mi piace molto per quanto riguarda alcune scelte tecniche. Sia il motore che la ciclistica (forcellone escluso) presentano soluzioni che anche se non inedite in assoluto, rappresentano senzaltro delle novità nel panorama della produzione di serie. Inutile scendere troppo in particolari visto che l'argomento è stato sviscerato a sufficenza dalla stampa specializata, gli unici appunti che mi sento di poter muovere riguardano alcune scelte tecnologiche che secondo me trovano motivazioni più economiche e di "nazionalità del fornitore", che tecniche od estetiche. Fermo restando il layout generale della moto che come ho detto mi piace molto, credo che un bel telaio a traliccio in acciaio al posto della pressofusione, ed una soluzione mista, lamiere stampate più fusioni, per il forcellone, sarebbero state soluzioni più pregiate e senzaltro più in linea con il livello di innovazione della moto, visto anche il prezzo tuttaltro che abbordabile.
Un' altro punto riguarda un dettaglio tecnico del motore su cui non sono certo qualificato per fare critiche, ma visto che ormai tutti commentano tutto... Le Ducati desmoquattro hanno sempre "sofferto" di bielle corte (124mm come i Pantah), per privilegiare la compattezza del motore si teneva il rapporto fra lunghezza biella e corsa sotto il valore considerato ottimale di 2, tranne poi montare bielle più lunghe in alcuni motori da corsa addirittura eliminando una fascia dai pistoni per spostare in alto lo spinotto. Su questo nuovo motore la corsa è scesa a 60,5mm e da quanto ho letto le bielle sono state accorciate di ben 10mm, quindi dovrebbero essere 114mm ottenendo 1.88 per il rapporto sopracitato. Comunque, se anche questo è servito a tenere i cilindri praticamente dentro al basamento e ad ottenere i risultati che si leggono, non c'è critica che tenga, complimenti ai progettisti e speriamo di vederla presto vincere in pista

6 commenti:

  1. La Panigale mi piace ma (non so il perché, sono sempre stato piuttosto istintivo in questo..) non mi fa impazzire. Detto questo sono curioso di vedere la versione Sbk. In configurazione gara ha l'ingrato compito di rendere giustizia al motore portante con la monoscocca, quando in Motogp si sono conformati al telaio in lega a doppio trave. Il motore differisce molto dagli eredi dei Pantah, ma per ora è presto dire se la strada intrapresa è quella giusta. Io tornerei al traliccio persino in Motogp con la prima millona, ma capisco che è un'idea essenzialmente sentimentale e priva (o quasi) di fondamenti tecnici. Sono molto deluso dal binomio Rossi-Rossa. Rimpiango i primi exploit di Capirex. Quello per ora è stato il duo italiano più efficace in Motogp.

    RispondiElimina
  2. Effettivamente la somiglianza estetica con la 999 ridisegnata da Giordano Loi è un pochino sospetta... :-)

    RispondiElimina
  3. La prima volta che vidi la panigale rimasi disgustato... Probabilmente l'idea di dire addio al traliccio mi faceva talmente male al cuore che non riuscivo ad apprezzare tale creatura... Poi l'ho vista dal vivo (e l'ho sentita) e me ne sono innamorato... Ah, se avessi un po' di grana...

    RispondiElimina
  4. il prezzo è troppo alto , gli scarichi potevano essere piu' semplici e mettere la sosp. posteriore come sulla d16. l'elettronica..boh!!! cmque moto interessante.

    RispondiElimina
  5. copiata senza ombra di dubbio dalla special..ho anche il numero di mondo ducati che tratta di quella moto, 3-4 anni fa sembrava fuori luogo, ispirata alle linee di un felino affamato e scarno ( credo di ricordare l'articolo scritto in questo modo). anche io la trovo molto bella la 1199, pero' trovo insopportabili i giri degli scarichi , che davvero non tollero. come rendere il facile difficile attraverso il superfluo.....bella, ma non farei follie per questa moto... hanno rovinato il bel motore con queste idiozie quando potevano fare una cosa piu' normale senza voler stupire. e cmque anche sulla estetica arrivano sempre tardi , questo trend stilistico ormai era presente sulla rsv4 e sulla cbr da anni...voto 7

    RispondiElimina
  6. I terminali di scarico sulle moto ho il dubbio che seguano più le tendenze stilistiche che vere e proprie esigenze tecniche,dal momento che un tempo erano bassi, poi si sono alzati sempre più fino ad arrivare sotto-sella,oggi nuovamente bassi. Ed ogni volta ci deliziano di motivazioni riguardo baricentro e masse, aerodinamica eccetera. Mah.

    RispondiElimina