mercoledì 5 gennaio 2011

Gelände / Straße















Una moto che di solito uno vede sulle pagine di un giornale, o su qualche blog, o esposta a qualche fiera (probabilmente c'è anche già stata). Trovarla parcheggiata fra scooter qualsiasi in una strada di città è stata una piacevole sorpresa.
Credo sia una GS1000 di non so quale anno, rimaneggiata profondamente con una qualità ed una competenza fuori dal comune.
Il motore mostra varie modifiche, oltre allo scarico, e ai Dellorto da 38 si nota una coppa olio maggiorata con probabili modifiche al circuito di lubrificazione, bellissimo il tappo di immissione olio aggiunto sul coperchio delle punterie destro. Sospensioni WP davanti e dietro con davanti una bella rovesciata con appositi adattatori per montare le pinze brembo originali. Telaietto posteriore artigianale in acciaio inox, parafanghi, manubrio, sella ecc. Il tutto fatto ed assemblato con una cura dei particolari davvero notevole.

13 commenti:

  1. No, dai... la "obso" no!!!

    Sono d'accordo che è venuta fuori una bella moto, ma essendo frequentatore del blog BMW ho a grandi linee delineato l'utente tipo di questo genere di moto. Le chiamano "obsolete", e le venerano come fossero moto scese dal cielo per pochi eletti; in realtà sono moto d'epoca che possono piacere o meno (a me francamente no...), ma non riesco a capire l'ostinazione con cui alcuni le ritengono le uniche moto con cui si possa affrontare un viaggio impegnativo. In linea generale, a mio avviso gli "obsoleti" sono i bmwisti più snob che si possa avere la sventura di incontrare. Il loro antifighettismo è in realtà quanto di più fighetto possa esistere...

    Tra l'altro, per ammissione stessa dei loro possessori, le prime GS avevano una frenata che definire ridicola è riduttivo, e non vedo pertanto il motivo di rimontare le pinze originali quando tutto il resto è stato modificato anche usando particolari moderni... ottenendo tra l'altro un gradevole buglione, su questo non discuto. :-)

    RispondiElimina
  2. Se tu evitassi di farti farcire il cervello su certi siti (prendendo tutto per oro colato) magari valuteresti le cose a modo tuo.

    I biemmevuisti possono chiamarla come vogliono, a me piace, da fighetto o no che sia. La frenata era scarsa sulle prime r80, questa è una GS1000, abbastanza successiva e con doppio disco.
    Credo tu ritenga un particolare moderno anche la forcella WP, quando invece è un pezzo risalente proprio all'epoca della GS1000 di partenza, solo che è una forcella speciale che montavano solo moto da corsa, quando la WP lavorava quasi solo per l'aftermarket ed a livelli qualitativi molto alti.

    RispondiElimina
  3. Per la verità non mi pare di prendere per oro colato tutto quello che viene da "certi siti". Piuttosto è il modo di essere motociclisti di parecchi frequentatori di "certi siti" a non andarmi tanto giù, e credo di sapere quello che dico se non altro per non avere il pregiudizio di non affacciarmici nemmeno, su "certi siti". Se bazzico spesso su quellidellelica è perché, insieme a tanti fighetti dotati di obsolete o moderne che fanno mediamente il tragitto da casa al bar e ritorno, ci sono anche personaggi da cui imparare qualcosa, specialmente a livello di viaggi, itinerari e posti sconosciuti che invece vale la pena di andare a vedere.

    Non ho che non mi piace il modo in cui è stata rivisitata, anzi: piuttosto sono le vecchie GS in generale a farmi venire l'orticaria. Questa un po'meno...ma anche lei... :-)

    RispondiElimina
  4. Appunto no?
    Non è la moto a fare il motociclista. Quindi se qualcuno ha coniato il nomignolo di obso per le moto che hanno qualche anno in più non vuol dire che siano tutte moto per controfighetti.
    A me le GS attuali fanno cagare, quelle vecchie un po' meno, anche se non comprerei ne una ne l'altra. Questa mi è piaciuta parecchio per il modo in cui è stata personalizata.
    Su "certi siti", le virgolette cele hai messe te, io cerco di non affacciarmici per evitare, come mi è già successo, di leggere cose senza senso dettate solo dal fanatismo alternate solo di rado da cose interessanti scritte da motociclisti, non per pregiudizio.
    Non mi va di leggere di come qualcuno si sente esente da fighettismo o da controfighettismo in base a quella o quell'altra esperienza o moto posseduta.
    Figuriamoci se questo deve influenzare quello che penso di una moto particolare che ho vista ferma per strada.

    RispondiElimina
  5. Enrico, è meglio partire per un viaggio impegnativo con un obsoleta perché se ti capita un guasto puoi metterci tranquillamente mano.
    Ti voglio vedere pulire un carburatore insabbiato, riparare uno spinotto elettrico, sostituire un cuscinetto...

    RispondiElimina
  6. L'anomimo non sono io!
    Pero' Sauro a ragione, tu sei un cacosino attacchino, tanto tanto non piace nemmeno a me, ma semplicemente per il genere, come del resto le harley, ma va' anche detto che certe trasformazioni sono belle sia per le soluzioni, le ricerche e cosa non da sottovalutare le realizzazioni.
    Quindi bel lavoro "cinci"
    Un giorno o l'altro mi spiegate come fare a registrarmi cosi' la finisco di postarmi come "anonimo" ma come GIANFRI, o IANFRI che ne dite? partiamo con un sondaggio tipo la scelta dello stemma dell'armata..

    RispondiElimina
  7. non importa se bionde o brune quando una è bella è bella...
    Ben fatta con scelte oculate e realizzazione di alto profilo. Amiamo pure le ns care Ducati ma senza essere integralisti.

    RispondiElimina