lunedì 7 giugno 2010

Pantah 500 "Alberto Fanara"




Si tratta di una Pantah 500SL dell'81 con carenatura e monoscocca NCR (non repliche), il telaio è originale ma è stato montato l'avantreno di una Suziki GSXr750 dell'85 o giu di li. Cerchio anteriore Suzuki, cerchio posteriore F1. Il motore ha pistoni ad alta compressione da 82, carburatori da 40, ingranaggeria allegerita e lucidata e ovviamente teste lavorate, il tutto fatto alla NCR, come anche il cavalletto montato a destra per lasciare spazio al 2 in 1 Giannelli.

6 commenti:

  1. zzo bella interessante,ma qualcosa di meno giallo come avantreno non stonerebbe.

    RispondiElimina
  2. concordo, fa sempre un po specie vedere componenti jap su un pantah..

    RispondiElimina
  3. In linea di massima sono daccordo con voi, ma ultimamente mi sto rendendo conto sempre di più che a volte l'efficenza deve essere piu importante del romanticismo, nel caso specifico l'avantreno del Suzuki 750 prima serie ha sicuramente dei vantaggi importanti, tipo una ruota più leggera anche se sempre da 18, freni piu efficaci ed una forcella migliore. Tutte cose che appunto sul Pantah diciamo che non erano un punto forte.
    In altre parole, gli stessi componenti non sono finiti sulla Pina solo perche i regolamenti vietano freni oltre 280mm e forcelle oltre 40mm :-)) ma ho già fatto un perno per montare quella ruota sulla forcella originale della mia Alazzurra.

    RispondiElimina
  4. Si fa di neccessità virtù.... oh il contrario?#§*?BoH anche se internamente alla forcella si potrebbe lavorarci ottenendo credo dei buoni risultati.
    Per il resto bisognerà fare come sopra lasciando stare il romanticismo come dici tu Sauro.

    RispondiElimina
  5. Salve, in effetti conservo ancora le originali forcelle da 35, che per quanto modificate nei passaggi e con l'aggiunta della piastra anti svergolio, non sono mai state all'altezza. Inoltre la frenata con le piccole P05 non era il massimo. La modifica mi ha reso un'avantreno solido come la roccia, ultra regolabile e potente in frenata. Magari con delle 38 o giù di li avrei avuto lo stesso risultato, ma avrei dovuto procurami anche pinze e dischi... insomma ho trovato questa e senza uscire pazzo l'ho montata in mezza giornata.

    RispondiElimina
  6. Alberto, per esperienza le marzocchi da 38 non è che facciano miracoli rispetto alla 35 originale anche lavorandoci, per questo non disprezzo affatto la modifica che hai fatto.

    RispondiElimina