venerdì 23 aprile 2010

Chiavette segrete


Tempo fa facevo ricerche e supposizioni sulle fasature degli alberi a camme di vari modelli Ducati, in particolare ipotizavo per le SL350 , SS350 e 400 Junior delle fasature piuttosto spinte. Una volta mi capitò di guidare al Passo del Muraglione proprio una 400, e mi ricordo un'erogazione molto appuntita, quasi da 2 tempi, e un'allungo fino a 11000giri con una potenza specifica sconosciuta agli altri Supersport dell'epoca, primo fra tutti il mio 600.
Parlando con Rinaldo Angiolini la confusione era aumentata. Lui mi disse che gli alberi a camme all'interno delle serie SL ed SS erano tutti uguali indipendentemente dalla cilindrata, e le differenti prestazioni erano dovute, per esempio nel caso delle 350, a pistoni piccoli e leggeri e rapporti di compressione più alti. Per motivare queste sue spiegazioni mi raccontò delle cose che gli aveva detto Giorgio Nepoti, interpellato una volta (una delle tante) a proposito di un SL600 che preparato secondo ricetta NCR poi non girava alto come sarebbe stato lecito attendersi, e qui vi lascio immaginare quanto ogni sentimento di gratitudine sia banale e inadeguato quando si ha la fortuna di ascoltare certi racconti.

Come sempre io prendo tutte le informazioni che riesco ad ottenere da testimoni preziosi, internet e letteratura varia e poi tiro le somme, traendo le mie conclusioni, giuste o sbagliate che siano, l'importante è che siano motivate.
Quindi per quanto riguarda i Pantah SL, mi tornava quello che mi aveva raccontato Rinaldo, infatti dalle info che ho in mano mi risulta che addirittura le camme delle 350 fossero leggermente meno spinte di quelle del 600, ed infatti da quanto mi ricordo l'erogazione non era così appuntita verso l'alto come quella delle successive Supersport Junior. Posso immaginarmi che avessero limitato gli incroci per evitare collisioni fra le valvole in motori che avevano pistoni molto bombati e giravano fisiologicamente molto in alto, sono supposizioni che trovano parziale conferma nell'esame visivo delle camme che ho in garage, con mia incredulità quelle del 350 mi sembravano meno cattive di quelle del 650, sembrerebbe tornare tutto.

Sabato scorso, insieme a Claudio abbiamo smembrato un motore 350SS Junior del '91 (a proposito, c'ho trovato dentro bilancieri di apertura del tipo corto), non pensavo più alla storia delle camme, mi riproponevo solo di confrontarle con quelle del 750SS che ho, per vedere se sono effettivamente uguali, stavamo smontando tutto senza troppa attenzione visto che non andrà rimontato, quando togliendo le pulegge sono cadute in terra delle chiavette sfalsate. Ci siamo guardati stupiti, e non sapendo cosa pensare abbiamo concluso che una cosa del genere deve essere per forza segnalata nel manuale d'officina, in quanto le chiavette sfalsate devono essere montate obbligatoriamente nel "verso giusto" altrimenti si ottiene l'effetto opposto, quindi vado a controllare sul manuale e... niente. Nessuna menzione alle famose chiavette ( che confesso, non vedo l'ora di provare in un'altro motore a caso ).
Ieri ero di nuovo a Montepulciano da Angiolini Moto per prendere dei ricambi (ci sono cose che agli Store non sanno nemmeno che esistono ma lui le ha), fatto il lavoro obbligatorio mi sono messo alla ricerca di un'argomento per fare 4 chiacchiere con Rinaldo dato che si impara sempre qualcosa e non capito lì tutti i giorni, così mi è venuto in mente di domandargli della storia delle chiavette. Ovviamente mi si è aperto un libro davanti.
Mi ha raccontato che le primissime SS 350 (almeno le prime 2 che lui consegnò ai rispettivi clienti) non ne erano dotate, fu in occasione di un corso di aggiornamento a Bologna che gli comunicarono di aver predisposto questa modifica, da fare anche sulle moto già vendute come aggiornamento in garanzia, per fare in modo che le moto "camminassero un po' di più", oltre alle chiavette doveva essere spostata la fase d'accensione in maniera consistente, " quasi a fine asola, comunque se mi chiami fra qualche giorno ti dico anche di quanto perchè di sicuro ho ancora la circolare".
Non c'è tanto altro da aggiungere. Scusate il post logorroico e la sintassi fantasiosa, ma quando mi capita così chiaramente di sentire la mancanza di certi meccanici mi viene voglia di invitare tutti a non portare più le moto agli sceicchi con le vetrine luccicanti...
Eppure sembrerebbe tanto facile appassionarsi a qualcosa.

seguito...

8 commenti:

  1. le chiavette ovviamente servono per mettere in fase in maniera esatta i 2 cilindri tra loro. Se ci fai caso le tacche di riferimento nn si allineano mai.....delle info a riguardo le puoi trovare sul manuale di off. del mod. ST2 dove, tra l'altro, troverai tante belle info utili per i ns pantah.
    Ti dico questo perchè parlando con il mio mecca che, a dispetto della giovane età, la sa mooooooolto lunga, mi ha raccontato che un motore 848 con componenti rigorosamente stock per le gare in USA con una messa in fase "particolarmente curata", accoppiamenti, tolleranze, scorrimenti etc rivisti, ma sempre stock, ha tirato su quasi 10 cv al banco..... e nn è uno che la spara grossa ma, ripeto, sa il fatto suo (appurato di persona per lavoretti commissionatigli). A questo punto ti proporrei di fare altrettanto sui vs motori e magari la fruibilità e la regolarità di funzionamento ne gioveranno. ;-))

    RispondiElimina
  2. per fortuna, ci sei. è davvero dura per me essere sintetico scrivendo, pero' davvero ti invidio tanto, cerco sempre un sacco di cose che possano alimentare la mia passione o arricchirla, ma in giro sui giornali sul web mi sento sempre un po' impoverito, smarrito, lontano. leggere queste cose è una delle rarissime possibilita' di capire, forse anche qualche foto sbiadita di vecchi piloti veri, che cerco sempre affannosamente. siete in pochissimi, noi altri non abbiamo capito nulla, per quante moto piste carene gomme ecc ecc ecc moto motori possiamo aver passato.

    RispondiElimina
  3. io le ho su sull'8....
    tra una spianata e l'altra si è reso necessario dare una controllata alla fase.
    ci sono di diversi offset.
    addirittura le puoi trovare sui motori st4s,che usano le camme 996,salvo essere sfasate con questi aggeggi infernali.
    il numero di bulinate sul dentello,indica i gradi di sfalsamento che apportano alla camma.
    con i sistemi moderni è abbastanza inutile,in quanto la camme viene vincolata alla testa a mezzo di una vite,e la puleggia è regolabile.

    tiri le cinghie con la camma in fase corretta,aggiusti la puleggia e non ti poni più il problema di quanti gradi l'hai mandata fuori,se la punta del 4 puntava o quella del 5 era troppo dura...
    :D

    RispondiElimina
  4. Cavolo ! caro Sauro oltre all'interessante contenuto devo dire che questo è il tuo miglior post ! ho i lucciconi !

    RispondiElimina
  5. Rispondo un po' in ritardo, ma cerco di rispondere a tutti.
    Ale, grazie del suggerimento, cerco subito un manuale ST2, per quello che ti ha detto il tuo meccanico, io non dubito affatto, non entro nel merito dei 10cavalli o quanti possano essere, ma sono daccordo che solo un rimontaggio con molta attenzione e una messa appunto accurata facciano miracoli.

    Tiz, sospettavo che quei tre puntini indicassero 3 gradi, ora ne sono certo.
    Adesso abbiamo anche due pulegge regolabili da montare dulla Pina ma purtroppo non abbiamo mplta pratica in merito, cercheremo di rimediare.

    Antony, Mirko, Marc, grazie.

    RispondiElimina