sabato 23 gennaio 2010

Semimanubrio Day







Chi ha posseduto o guidato una SS degli anni '90 sa benissimo che i semimanubri originali non erano il massimo come posizione di guida, erano troppo avanzati o troppo chiusi a seconda di come si regolavano e in ogni caso rimanevano troppo orizontali. Infatti dopo pochi mesi che guidavo la mia SS600 nel 1995, decisi di cercare una soluzione diversa. Tentai dei Menani da corsa che erano troppo bassi, dei Tarozzi che erano troppo alti e non mi piacevano, ancora non c'era internet con le sue innumerevoli fonti d' informazioni e comunicazione, così rimasi impantanato senza soluzione.
Un giorno pensavo a quanto era bella e perfetta la posizione dei manubri della mia moto precedente, una Cagiva Mito 7, e pensa che ti ripensa mi venne l'idea di farmi i semimanubri partendo dalla piastra di sterzo di una Mito che trovai dal mio meccanico attaccata ad un chiodo.
Quella coppia di manubri piacque molto a tutti quelli che conoscevo, anche se erano fatti in casa con seghetto e lima e rifiniti in maniera approssimativa. Quando vendei la moto per passare all' 851 (la mia attuale 851) i manubri passarono di mano e finirono sulla SS 750 di Enrico che poi finì rottamata e con lei i manubri.
Oggi dopo anni ho finito un'altra coppia di manubri identici a quelli di allora, e anche questa volta li ho fatti per una SS, la mia 900 su cui provvisoriamente avevo montato quelli di una 916 in attesa di trovare una piastra Mito da segare.
Lo so che come soluzione è anacronistica ma io non vedo l'ora di montarli e farci un giro :-)


Questi invece sono i semimanubri di una vecchia Suzuki, li ho modificati e sabbiati, finiranno sulla nostra Pantah da corsa.
ps. Grazie Ale :-))

13 commenti:

  1. Ogni volta che vedo le tue opere d'arte (povera) rosico come una jena alla quale è stata rubata la pappa!!!! Occidenti riesci a recupere tutto!!! Che dirti invidia invidia invidia!!!
    Cmq quando servo sai dove trovarmi.
    P.s. ma leggi le mail ogni tanto??

    RispondiElimina
  2. Scusa, mi era sfuggita l'e-mail. Ti ho risposto stanotte.

    RispondiElimina
  3. Bel lavoro... come un bel lavoro erano gli originali. E ancora mi dispiace che siano andati persi quando distrussi la SS...

    RispondiElimina
  4. daghel..ora tocca farli pure per una sp3 ;)

    RispondiElimina
  5. già che ci sei mi freseresti la piastra superiore del paso per farla piana, così ci metto i semimanubri .....

    RispondiElimina
  6. [Quando "VENDEI" la moto per passare all' 851..]

    dicasi VENDETTI...

    Ma a parte questo grande soluzione! Bravo :)

    RispondiElimina
  7. Vendei a quanto mi risulta è corretto, comunque grazie :-)

    http://www.italian-verbs.com/italian-verbs/conjugation.php?id=12132

    RispondiElimina
  8. anche tu usi italian-verbs?? pensa che ce l'ho tra i miei preferiti proprio con quella pagina!!! Da non credere.
    Per il resto un giorno sarò tuo allievo (o almeno lo spero) pronto a pulirti gli attrezzi per imparare qualcosa relativamente a tornio e fresa ;-)

    RispondiElimina
  9. Sauro, complimenti, complimenti e ancora complimenti.
    Dalle nostre parti si direbbe che sei uno che ha un gran "sbuzzo" (dicesi sbuzzo una genialità fuori dal comune unita all'arte di arrangiarsi con le proprie mani).
    Davvero un bel lavoro.
    Bravo...l'ho detto che da gente come te c'è solo da imparare.. :-)

    RispondiElimina
  10. Ciao Fabio,
    grazie di cuore, ma credo che tu esageri un po' dai :-)) (vale anche per nojapanbike). Ho sempre avuto parecchie voglioline e pochi soldi, quindi ho sempre cercato di arrangiarmi.

    RispondiElimina
  11. se lo chiami arrangiarti.... ;-)

    RispondiElimina
  12. Direi di si, almeno quando feci i primi. Pensa che tagliai con il seghetto e lavorai tutto a lima.

    RispondiElimina
  13. di necessità virtù ;)

    approvo la tua filosofia :)

    RispondiElimina