domenica 27 dicembre 2009

NATALE CON I TUOI?

Non siamo tutti uguali. Per fortuna, probabilmente.
Per quasi tutti Natale coincide con la Festa con la F maiuscola, l'occasione per stare tutti insieme a gioire di non si sa bene che cosa di religioso ingozzandosi di panettone e ridendo di un anziano signore in vestaglia colorata tirato per terra da una malcapitata psicolabile. Per me semplicemente è l'occasione di riappropriarmi del mio tempo dopo un mese di lavoro esagerato. E fare un giro in moto. Magari due: uno la mattina di Natale e uno quella di Santo Stefano. A Natale in Chiantigiana e a Santo Stefano al Muraglione.


La Chiantigiana è bella anche se piove. Tanto che dopo un caffè a Greve ringrazio di non essermi fatto tentare da un veloce rientro a casa ma di aver proseguito per Castellina e poi Radda e Cavriglia. Il tratto nel bosco, con la strada umidiccia e la nebbia... boh... una volta avrei tirato giù tutti i santi per aver trovato una strada così messa male. L'altro ieri me la sono goduta come una tirata a primavera, forse di più. Peccato solo per il diluvio universale successivo: cinque chilometri in cui la preoccupazione fondamentale è stata quella di riportare a casa la pelle, data la visibilità pari a zero. Ma tutto sommato gran bel giretto.


E se a Natale si va in Chiantigiana, a Santo Stefano non può mancare il Muraglione! Non so come mai... forse sono io che non sono più lo stesso, forse è Giovanni che con l'età è diventato perfino gentile... ma non mi è sembrata più la stessa cosa. Non trovare nessuno in Chiantigiana a Natale non m'ha dato noia; il bar del Muraglione deserto a Santo Stefano non mi ha fatto un bell'effetto. E poi Giovanni che non s'incazza più perché non vede gente... via... siamo seri! :-)

Buona strada a tutti!

mercoledì 23 dicembre 2009

Buone Feste



Aprilia Hossack

L'Aprilia è un marchio che non mi ha mai ispirato tanta simpatia, forse per colpa di Biaggi che all'epoca mi stava un po' indigesto, forse perchè pensavo che si fossero presi dei meriti non completamente loro, forse per la faccia di Beggio, non lo so, fatto sta che qualche giorno fa questo sentimento è un po' cambiato in meglio (solo un po' intendiamoci), quando da RepartoCorse n°6 (che a sua volta l'ha apreso da Alex Arletti ) ho appreso che anche loro nel '91 hanno sperimentato la strada tracciata da Hossack, forse con poca convinzione, forse affidandosi alle persone sbagliate visto che non se ne è saputo più nulla, però mi viene istintivo apprezzare il tentativo.
Un grazie ad Antony ed Alex.

sabato 19 dicembre 2009

Collezione Mono


Altre chicche dalla collezione di Philippe Weber, il costruttore della splendida Marianna replica che ho postato tempo fa. Come vedete è un appassionato e collezionista di Ducati monociclindriche e possiede anche un abuona varietà delle poco famose aste e bilancieri.





Notate lo spettacolare radiatore dell'olio in fusione d'alluminio posto davanti al basamento.

venerdì 18 dicembre 2009

Tiz 851


L'851 di Tiziano (100000 km di strada fatta!) ed alcune parti fatte apposta per lei dal suo proprietario.



L'archetto della sospensione fatto come quello regolabile delle prime versioni e delle SP. Solo che qui è ricavato dal pieno con fresa ed elettroerosione a filo. Bellissimo.



Campana frizione e piattello portacorona.

Pulegge in ergal ecc.





Mi ha colpito la bellezza della moto e la qualità delle parti speciali.
E' raro vedere parti artigianali fatte con tale livello di finitura nei dettagli.
Grazie Tiz :-))

giovedì 17 dicembre 2009

Super sorpresa

n.b
il presente post è scritto da una mente non connessa con le mani
n.b.b.
alcune parole, aggiunte a caso nel post, sono tratte dal vocabolario Giannelli&Arrow ed. 2004 per permettere la compressione anche alle forze dell'ordine


Quando la neve arriva, arriva.
Vivendo dentro un bosco, in un dato periodo dell'anno, sei obbligato a trasformare il garage in legnaia, e propio in questi giorni mi apprestavo a fare la trasformazione.
Tiro fuori tutto sistema la legna inizio a rimettere tutto dentro con la stessa logica del tetris 3d, ma qualcosa è rimasto fuori
Quanti riescono ad indovinare che tipo di moto è nascosta sotto la massa nevosa

martedì 15 dicembre 2009

Darmah special






Mi ricordo una giornata di una decina di anni fa in cui io, (su F1) il proprietario di questa Moto, (su questa moto) ed altri amici facemmo un giretto di 500km da mattina a sera passando (e pranzando) da Castelluccio di Norcia. Beccammo anche un bell'acquazzone durante il quale i nostri bei Dellorto fecero ovviamente i capricci. Mi ha fatto piacere sapere che lui ha ancora questa moto e che è ancora bella come allora.
Foto scattate (un pixel alla volta) da Anarky.

Trucioli


Anche come soprammobili non stavano male, però...








Raramente mi è capitato di fare un' uso migliore di uno spezzone d' ergal avanzato.