domenica 27 dicembre 2009

NATALE CON I TUOI?

Non siamo tutti uguali. Per fortuna, probabilmente.
Per quasi tutti Natale coincide con la Festa con la F maiuscola, l'occasione per stare tutti insieme a gioire di non si sa bene che cosa di religioso ingozzandosi di panettone e ridendo di un anziano signore in vestaglia colorata tirato per terra da una malcapitata psicolabile. Per me semplicemente è l'occasione di riappropriarmi del mio tempo dopo un mese di lavoro esagerato. E fare un giro in moto. Magari due: uno la mattina di Natale e uno quella di Santo Stefano. A Natale in Chiantigiana e a Santo Stefano al Muraglione.


La Chiantigiana è bella anche se piove. Tanto che dopo un caffè a Greve ringrazio di non essermi fatto tentare da un veloce rientro a casa ma di aver proseguito per Castellina e poi Radda e Cavriglia. Il tratto nel bosco, con la strada umidiccia e la nebbia... boh... una volta avrei tirato giù tutti i santi per aver trovato una strada così messa male. L'altro ieri me la sono goduta come una tirata a primavera, forse di più. Peccato solo per il diluvio universale successivo: cinque chilometri in cui la preoccupazione fondamentale è stata quella di riportare a casa la pelle, data la visibilità pari a zero. Ma tutto sommato gran bel giretto.


E se a Natale si va in Chiantigiana, a Santo Stefano non può mancare il Muraglione! Non so come mai... forse sono io che non sono più lo stesso, forse è Giovanni che con l'età è diventato perfino gentile... ma non mi è sembrata più la stessa cosa. Non trovare nessuno in Chiantigiana a Natale non m'ha dato noia; il bar del Muraglione deserto a Santo Stefano non mi ha fatto un bell'effetto. E poi Giovanni che non s'incazza più perché non vede gente... via... siamo seri! :-)

Buona strada a tutti!

5 commenti:

  1. dato anch'io oggi..200km su e giù per i monticelli comaschi....
    in mezzo alla neve,le buche e ai rivoli ghiacciati.
    unico motociclista.....
    son soddisfazioni ;)

    RispondiElimina
  2. Guido Macchiaverna-IL DUCATISTA-27 dicembre 2009 18:08

    Caro ENRICO condivido tutto quello che hai scritto..anche io Natale e S.Stefano me lo sono passato come gli ultimi 5 anni: in MOTO!!!e non me ne vogliate,perche' a me quando ho tempo devo sta con un manubrio tra le mani,che sia d'inverno,d'estate ,a natale,a pasqua,o a capodanno;e poi quei giorni la costiera Amalfitana mi sembra ke e' di mia proprieta',sto solo io.. aggiungiamoci anche 18 gradi a natale;sotto un giubbino solo una magliettina..beh,e che si vuole di piu dalla vita:mi sembrava di sognare mentre divoravo curve a dicembre!!!Che gli altri s'ingozzino di panettone e pandoro,si riuniscano in mega tavolate,vadino in chiesa o al cinema..io preferisco essere bello agile tra curve e tornanti col mio mostro!!!vi saluto cari amici e buone feste e buon anno..io vi aspetto in costiera..W sempre la MOTO!!!

    RispondiElimina
  3. Bravi ragazzi,
    io ero in giro in macchina, vedrete presto qualche foto.

    RispondiElimina
  4. Grandissimo Enrico !!

    Io invece.....
    Crostini toscani di fegatelli e vinsanto , teglia di pasta al forno , "Nana" 'arosto :-)), torrone ,panforte,cavallucci , caffè , amazzacaffè.

    Ho cercato poi di fare un giro in moto....:-\
    Trovato una busta di plastica da mettere davanti alla panza , mi sono lanciato sulle colline intorno alla città, 15-20 minuti con il terrore che la maledizione di Montezuma mi colpisse all'improvviso.

    Rientro al calduccio con tazza di the caldo e biscotti.

    Vabbè , in moto ci torno anche domani;-))

    Ciao a tutti e Buon Anno!! ;-)

    RispondiElimina