martedì 18 agosto 2009

Ducati Caffé live

Finalmente posso commentare il Ducati Caffé di Roma con cognizione di causa.
Domenica scorsa eravamo a Roma (io ed Anarky) per far visita e scambio di ricambi e pezzi vari sempre e solo Pantah con l'amico Alessandro e la sua compagna Sabrina, dopo gli affari che hanno richiesto circa 19secondi e mezzo, ci siamo fatti accompagnare in un giro turistico sulle strade del centro della capitale, ed in questo giro non poteva mancare una capatina al Ducati Caffé.

Ebbene, il luogo (perche di luogo si tratta in quanto definirlo locale o bar o qualunque altra cosa non viene bene) é asettico piu di una sala operatoria. Non c'é segno o traccia di passiene da nessuna parte, non si respira aria da motociclisti, non c'é accoglienza da motociclisti, non c'é niente per motociclisti. Anche le moto presenti all'interno del locale in effetti non sono da motociclisti.


Una 848 é stata intelligentemente resa innocua, nel senso di inutilizzabile e nel senso che messa così in verticale non prova nemmeno a sembrare una moto, e la bruttezza delle suo scopiazzato design risulta meno evidente.

Infine l'angolo gadget. Sarebbe stato utile ed intelligente se in mezzo a tante cianfrusaglie invendute ed invendibili (fra esse metto anche la 696) fosse possibile comprare una coppia di candele o un filtro dell'olio un paio di cinghie, lo so che per questo ci sono gli store, ma visto che gli orari di questo luogo sono molto piu ampi poteva essere utile per risolvere qualche emergenza, invece nulla, solo pupazzi, magliette, orologi da 2000euro, tazze e roba del genere. Insomma, ci sono solo soldi, soldi spesi e soldi da spendere, ma solo ed esclusivamente business.


19 commenti:

  1. un vero peccato che sia cosi :'( d'altronde l'andamento di ducati ormai pare chiaro :'(

    RispondiElimina
  2. Valvo,
    ho aperto sta finestra per dire lo stesso..
    la piega presa da ducati pare proprio questa (anche se questa è una piccola sfaccettatura, del tutto trascurabile se le cose andassero diversamente)
    ..e dire che per me lo stereotipo del ducatista era rappresentato da quei tipi con la faccia inzaccata, barba incolta e cicca ai lati della bocca che vedevo da piccolo..
    ora mi sembrano tutti lustrini e cotillons tipo le facce dei due palestrati che la stessa marca aveva messo sulla pubblicità del 999 qualche anno fa..

    RispondiElimina
  3. le sale operatorie almeno sono sporche di sangue...la moto appesa effettivamente sa di anticristo( motociclisticamente parlando)

    RispondiElimina
  4. Vabbè niente candele o cinghie.....però se ti si macchia la maglietta con il caffe , o il sughetto piccante della salsetta del brunch(?) puoi aquistarne una di ricambio :-)

    Il Cucciolo china made(?) è piuttosto brutto , ma commissionarlo a un buon cartoonist o design e farlo fare ....in China , forse costava troppo (?)....

    848 pensavo avessi sbagliato a postare la foto... :-))
    E' un po' inquietante messa a "quarto di bue" appesa alla parete come in una macelleria, magari in un 3/4 e in piega dietro al bancone avrebbe evocato ben altre oniriche visioni .

    Comunque il caffe , quando lo assaggiai, lo fanno discretamente bene ;-)

    RispondiElimina
  5. Il caffè lo fa buono anche Giovanni al Muraglione: assaggiato stamattina dopo un po'di tempo. Con l'invecchiare è anche diventato vagamente meno scorbutico, ma dev'essere perché sono invecchiato anche io e ormai mi conosce da una vita. :-)

    RispondiElimina
  6. E' impossibile trovare qualcuno che parli di moto! Volessi parlare delle ultime su Valentino, il Monster ecc... A bizzeffe, ma di moto nisba! Spero in voi!

    Cerco una moto che sia un po' più comoda per portare a spasso la mia ragazza, perchè sulla SS si sente scomoda ed insicura :(

    Valutando i vari modelli ero indeciso tra ST2 (ST4 no vista la complicatezza della manutenzione) e Honda Deauville. Sono due ottime moto di una decina di anni fa che si trovano a cifre molto interessanti con chilometraggi anche ridicoli (20-30000km). Che mi consigliate?

    RispondiElimina
  7. Ciao Abx78,
    io non posso che consigliarti una ST2, ho avuto una ST4 (perche la ST2 non era disponibile in tempi decenti) che differisce solo per il motore, e ti assicuro che é una moto stupenda, da usare sempre su strada, in pista, e molto adatta ai lunghi tragitti anche in coppia, io ci ho fatto circa 50000km anche con carichi imbarazzanti ed ovviamente con fidanzata.
    Della Honda Deauville ti so dire poco perche non l'ho mai provata, però mi ispira fiducia, sicuramente di manutenzione costa ancora meno della St2 però forse non ha lo stesso carattere.
    Se decidi per la ST ti consiglio di dare ascolto a Marc Poels sull'annata da scegliere, ne ha parlato di recente sul desmoblog, lui conosce per filo e per segno queste moto.
    Ciao

    RispondiElimina
  8. Grazie per la risposta!

    In effetti il mio principale desiderio è quello di mettermi in garagi una ST. Purtroppo però le Ducati sfornate intorno al 2000 (soprattutto dopo...) non hanno fama di grande affidabilità... meglio aspettarche il buon Marc dica la sua! La ST2 la preferirei alla ST4 perchè il motore è praticamente identico alla SS che già possiedo, così posso continuare a farmi la regolazione delle valvole da me.
    Ti dò ragione per la Deauville, credo che come motore sia un po' una pecora, ma se posso evitare un'altra schifosa vacanza in macchina va bene anche una gallina. :D

    RispondiElimina
  9. Credo che Marc potrà risponderti solo fra qualche giorno, visto che adesso é in viaggio, intanto puoi rileggerti quello che aveva scritto tempo fa sul desmoblog, nell'ultimo post é il commento "78"
    Ciao

    RispondiElimina
  10. Ho visto il post di Marc: credo che una ST2 faccia al caso mio. Ogni quanto bisogna fargli il tagliandone alle valvole però? I soliti 30000?

    RispondiElimina
  11. Altra domanda interessante... la frizione è a secco su tutti i modelli?

    RispondiElimina
  12. Abx, anche io non posso che unirmi a Sauro nel consigliarti una ST piuttosto che una Deuville: moto sicuramente buona per viaggiare, ma basta. Una ST ti diverte anche nel giro allegro (anche PARECCHIO allegro) della domenica mattina senza la fidanzata, in pista e in tante altre situazioni in cui la Honda sicuramente si troverebbe in imbarazzo. E poi, detto tra i denti, pur se dicevamo tutti che la ST è brutta da vedere... beh... vogliamo fare un confronto? :-)

    Che io sappia il tagliando si fa ogni 10000 come su tutte le Ducati, e in questa occasione si fa anche il controllo e la eventuale regolazione delle valvole. Tutte le ST2 hanno la frizione a secco: per quel che mi ricordo solo le ultime ST3 la avevano in umido.

    RispondiElimina
  13. Grazie per le info, Enrico! Della BMW R 850 R sapete dirmi qualcosa? Grazie ancora :)

    RispondiElimina
  14. Marc l'anziano STista belga25 agosto 2009 14:36

    Arrivo un po tardi,... ben tornato di un viaggio a Toscana di oltre 3.700 km con la ST4s. Se vuoi ancora sapere qualcosa sulle ST, mi lo diga ;-)
    PS Ci sono anche state qualche rare ST4s (le ultime) con la frizione all'olio...

    RispondiElimina
  15. Ehi Marc
    ho letto del tuo "viaggetto" :D

    Cmq ho notato che è impossibile parlare di moto sul blog ducati... mi spiace, ma sembra il bar sport. Meno male che ci siete ancora voi!

    Cmq, la ST4 la scarto a priori per via della difficile manutenzione, la ST2 andrebbe meglio visto che il motore è parente di quello della mia SS e posso curarmelo io.

    Ho dei dubbi. Mi sto sempre più convincendo che per macinare miglia è meglio una tedesca.
    Mi tengo la mia bella SS per divertirmi, ma per viaggiare (soprattutto in 2) è meglio qualcosa fatto apposta per questo. :-/

    RispondiElimina
  16. Marc l'anziano STista29 agosto 2009 09:26

    Ciao Abx 78,
    Direi che per macinare chilometri senza spendere troppo soldi, la ST2 non è una mala scelta, ma è anche vero che l'assenza di cardano e la distribuzione desmodromica (per la sua manutenzione delicata) sono due svantaggi per un moto destinata a viaggiare al lungo.

    RispondiElimina
  17. Però va detto che la ST è come il vino, e Marc da esperto di ST e di vino può confermarmelo: più invecchia e più migliora! :-)

    Proviamo ad andare a vedere una Stritfaiter fra dieci anni... :-)))

    RispondiElimina
  18. Marc il guastato STista30 agosto 2009 18:06

    si Enri... fino ad oggi : tornando da un giretto con amici, ho sentito un "clang" nel motore che ha immediatamente perduto molta potenza ma ha continunato a girare, facendo un strano e spiancente rumore. Mi aspetto al peggio : una fortuna che il mio viaggio non avesse 300 km di più! Adesso spero che la 907 mi permetterà di finire la stagions...

    RispondiElimina
  19. Ahi ahi ahi, Marc..........

    Non vorrei averti portato sfortuna io!

    RispondiElimina