venerdì 15 maggio 2009

FABIO E LA SMT


Era da un pezzo che ci pensava, e alla fine un salto in KTM il nostro amico bolognese Fabio ce l'ha fatto davvero. Segno che il tarlo sta iniziando a lavorare seriamente nella testa: non sappiamo ancora se comprerà questa moto dopo anni di appassionata militanza ducatista. Probabilmente non lo sa nemmeno lui, ma quel che è certo è che gli orizzonti di quelli che come Fabio, Sauro, me, si stanno allargando di pari passo con il restringimento di quelli produttivi di Ducati. Gente come noi non ha nessun interesse verso moto da esibire al bar: vogliamo moto magari meno fighe ma più usabili nella vita di tutti i giorni. Non ci interessano i duemila cavalli o le posizioni da fachiro, e nemmeno i nuovi segmenti di mercato che poi nuovi non sono. Siamo gente che va in moto, stop. E una moto pensata per chi va in moto Ducati oggi non ha interesse a farla. Di riflesso chi va in moto non ha interesse a comprare una Ducati anche se è affettivamente legato al marchio da anni e anni: mi pare il ragionamento non faccia una piega...
Ma direi a questo punto di lasciar spazio al vero protagonista di questo post: Fabio alla guida della bellissima SMT. Lo ringrazio per la mail che mi ha mandato con qualche foto e, soprattutto, le impressioni ricavate da questa prova.
"Allora, ieri finalmente sono riuscito a provare la KTM 990 SMT; innanzitutto c'è da ringraziare la disponibilità e la cortesia del personale della JollyMotor di Ferrara....davvero persone alla mano e cortesi.La moto era parcheggiata fuori e ho approfittato per farci un giretto attorno e vederla bene.Ben curate, plastiche con ottimi accoppiamenti, buone finiture, componenti di ottimo livello a livello di freni (Brembo con comandi Magura) e sospensioni (WP completamente regolabili sia all'anteriore che al posteriore).Inoltre, aveva le valigie montate che le donano un tocco di...non so come dire...turismo sportivo tuttofare.Prova di 15 minuti: non sono tanti sicuramente per farsi un'opinione globale della moto ma tant'è: io mi acconteto.Sbrigate le poche formalità, mi consegnano la chiave.Appena in sella, si nota subito la derivazione "motardiana" di questo modello ed è la posizione del manubrio a farlo capire. Largo, leggermente verso il pilota per aiutare quel tipo di guida. Sella leggermente più alta che sulla Multi; io sono 175 circa e tocco appena con le punte.La sella è comunque comoda e pare ben imbottita e la posizione di guida è tutto sommato comoda e piacevole; persolmente mi sono sentito a mio agio più sulla Multi che su questa ma credo sia questione di abitudine.Giro la chiave, premo il bottone di accensione. Il motore si accende pronto, con un bel suono pieno dagli scarichi e poche vibrazioni. Prima e via.Moto decisamente agile e piacevole: dove la metti sta. A patto di non esagerare troppo col motore. Perchè di quello ce n'è tanto e con una bella coppia fin da sotto.Forse è un pelo brusca dalla riapertura del gas dopo la chiusura ma è un effetto accettabile.La moto riprende bene e ti porta fuori dalle curve che è un piacere; occhio solo a non esagerare ad aprire il gas in curva con le marce basse. Complici forse coperture che a me non hanno mai dato un gran feeling (Continental) ma avevo la sensazione che tendesse un pò a derapare in quelle condizioni.Ottime sospensioni, forse tarate un pelino sul duro paragonate alla Multi, ma veramente ottime. L'avantreno trasmette solidità, precisione e sicurezza mentre il mono posteriore assorbe perfettamente ogni asperità stradale.La frenata è potente, molto potente, forse fin troppo; fortunatamente è ben modulabile perchè basta veramente un dito per avere rapide decelerazioni.Ottima strumentazione, ben leggibile la parte digitale con tachimetro; un pelo meno il contagiri, piccolino per me abituato a quello della SS.Complice il poco tempo e il traffico non sono riuscito a farmi un'opinione più ampia.La sensazione che avevo in sella è che sia una moto estremamente agile e, una volta fatta l'abitudine, anche comoda per viaggi medi, diciamo sui 500-600 km/giorno.Le curve sembrano essere il suo pane quotidiano; vengono digerite bene e senza troppa fatica dal pilota. La città viene digerita meno bene, a causa dell'effetto on-off e anche dal calore che sale dal propulsore.Non ho potuto farmi un'idea della protezione aerodinamica che da il cupolino ma sembrerebbe buona.In conclusione, un'ottima moto, ben fatta e ben curata e molto molto piacevole da guidare.Parere personale: come linea e carattere dà una sonora paga alla Multi. Come guida se la giocano alla pari, con un leggero vantaggio per la Multi."
Non si vive di sole Ducati!

8 commenti:

  1. Oila Fabio, facciamo strani pensieri!! ;)
    Effettivamente sembra un' ottima moto, e le K hanno inoltre quel fascino particolare tutto suo. Nella categoria non vedo male nemmeno la Tiger Triumph.
    lamps

    RispondiElimina
  2. Non è male nemmeno la Trumpe, no... ma la vedo troppo "leccata", troppo "gentile".

    Questa secondo me ha tutta un'altra ignoranza, anche se la vogliono spacciare per moto tranquilla...

    RispondiElimina
  3. Grazie Fabio per averci raccontato l'esperienza, in effetti 15 minuti sono pochini ma forse come dici tu, bastano a fare una prima impressione, buona o brutta che sia, su una moto che si ha voglia di valutare.

    RispondiElimina
  4. Verificherei il consumo...queste KTM 990 mi hanno detto siano delle spugne,forse la termodinamica non è il loro forte...La MULTI ha
    per me molta più personalità,un telaio nettamente più bello e una erogazione super!
    Le KTM fanno(a mio avviso)moto orride e potentissime,improbabili al turismo e con effetto on off molto marcato all'apertura del gas.

    RispondiElimina
  5. Io Pietro una KTM non l'ho mai provata, ma in effetti quelle che hai citato sono voci che ho sentito anche io, anche da possessori di moto arancioni. Pare che i problemi di effetto on-off sull'apertura del gas siano molto migliorati nel tempo, mentre i consumi sembrano essere tuttora piuttosto alti.

    Non le definirei in ogni caso moto prive di personalità, anzi. La loro estetica può piacere o meno, ma non si può negare che sia inconfondibile; cosa che non si può assolutamente dire delle Ducati post-Terblanche. Se poi la SMT sia o meno realmente votata al turismo non te lo saprei dire: quello che so per certo è che andare in Germania con un Multistrada è come stare una mattinata intera a scuola in ginocchio sui ceci. Una penitenza.

    RispondiElimina
  6. Pietro, il bello o il brutto è soggettivo e non entrerò nel merito di cosa può piacere o meno.
    Personalmente la trovo ben riuscita, con un'estetica originale e ben proporzionata.
    Ti dirò che quando guidai la Multi al DRE per un giorno intero, ne rimasi entusiasta per il feeling che ti dà. Ma quando sono sceso non ho potuto fare a meno di pensare: Se solo fossi un pò più bellina....
    Nel senso, la vedi così e ti sembra un elefante e poi la guidi e ti rendi conto che sei su una gazzella.
    Per il discorso telaio, sempre premesso il fatto che 15 minuti sono pochini, io non ho trovato la SMT così scarsa; ripeto, le coperture le trovo abbondantemente migliorabili (ma questa può essere anche una mia tara perchè le Continental non mi hanno mai dato una gran fiducia....) ma come guidabilità ti assicuro che non ha nulla da invidiare alla Multi.
    Come motore invece mi trovi d'accordo; non ho potuto valutare i consumi per cui non dico niente, ma il desmo Ducati è molto più "morbido" all'apertura del gas che il 990 KTM.
    Non so se rispetto ai vecchi modelli sia migliorato ma su questa l'effetto on-off si sente; nulla di compromettente ma si fa comunque sentire.

    Marco, sì, anche la Tiger non è male...ma ... boh, non so...non mi entusiasma troppo. Anche lì, questione di "pelle".

    RispondiElimina
  7. Secondo me la Tiger, nonostante il nome bellicoso, è una moto un po'troppo da scolaretto. :-)

    Tutta bellina e perfettina... non so, ma non ispira nemmeno me. La Kappa è più cattiva anche solo a guardarla da ferma, c'è poco da fare.

    RispondiElimina
  8. Pare che in Triumph stiano progettando un Tiger
    più compatto e leggero mosso dal 675 triple,un
    gran bel motore,dicono....

    RispondiElimina