domenica 8 marzo 2009

851 (888) SP3








L'ultimo post di L-Twin mi ha invogliato a postare le foto di questa SP3, che a me piace molto.
Forse non é bella e rileccata come quelle che si vedono in Giappone o in certe collezioni private, ma sicuramente é un'esemplare un po' particolare.

19 commenti:

  1. Sì... ma che è la tua lo devo dire io? :-)

    Ti vergogni nemmeno fosse un 696! :-))

    RispondiElimina
  2. Huuuuu!!!! Motore non proprio originale vero?

    Ma insomma, uno non puó tirare fuori dal cilindro una simile beltá e poi non descrivere minuziosamente cosa si nasconde sotto!

    Qua si deve fare un meeting delle 851&888 al piú presto, e che cavolo! persino le rc30 e 45 hanno un club in Italia, e le Ducatone della rivincita Italiana nel mondo niente!

    Complimenti davvero!

    RispondiElimina
  3. Che gran moto.. Dalle mie parti se ne incrociano ancora tre o quattro e ogni volta, io ci "lascio gli occhi", esattamente come accadeva quando ero ragazzino e sbavavo su Motosprint..

    RispondiElimina
  4. Ciao a tutti,
    ho conosciuto Sauro e abbiamo parlato della moto in questione chiedendogli di mettere alcune foto.....ero curioso ma devo dire che sono rimasto piacevolmente sorpreso....un bel pezzo davvero.....e poi si tratta di una vera Ducati....di quelle ancora col sapore di lambrusco!....ne sento una gran nostalgia....
    Un saluto a tutti
    Massimiliano

    RispondiElimina
  5. L-Twin,
    mi sa che il motore é proprio originale invece. Non nel senso che é come tutte le altre SP3, ma nel senso che ho buoni motivi per credere che questa moto sia uscita di fabbrica con questo motore. Ho fatto delle ricerche, e mi sono fatto questa idea anche se ovviamente non c'é nessuna documentazione in quanto non potevano certo scrivere di aver fatto una moto con un motore non omologato.
    In particolare il motore é completamente NCR, cioé ha albero ingranaggi e bilancieri lucidati e alleggeriti, i condotti rilavorati e le cammes incazzatssime. Inoltre é stato assemblato con dei carter che erano destinati alle moto da corsa e non alla serie, infatti non ha la solita numerazione sulla coppa e non é verniciato, e dovrebbe avere dei passaggi olio differenti.
    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  6. Potrebbe essere una delle poche 851 SP3Special uscite....ma non ha ne serbatoio in carbonio ne termignoni nello stesso materiale...boh?

    Proveró a chiedere al Mengoli, ma non ti prometto nulla, nemmeno loro sanno chi sono le 851 sp3 s

    Le uniche certe sono quelle comprate da Simon Le Bon e il figlio di un comandante dei carabinieri, di cui ignoro il nome e la moto era targata Roma!

    RispondiElimina
  7. L-Twin,
    non credo che sia una SP3S, quest'ultime mi pare avessero tutte una numerazione oltre 200 mentre come vedi la mia é la 004, ed il numero di telaio corrisponde, poi come dici giustamente non ha ne serbatoio in carbonio ne scarichi tangenziali, so solo che il primo proprietario é stata la Cagiva Trading ed é stata prodotta a fine '90, quindi é una preserie.
    Se hai modo di chiedere al grande Mengoli mi fai un favorone.
    Scusa ma anche tu hai un ferro vecchio del genere?
    Io conosco un ragazzo di Fireze che ha una SP4 in condizioni immacolate, pensa che ha ancora le gomme di primo equipaggiamento, ti ricordi le michelin TX11/23?
    Ciao

    RispondiElimina
  8. Vedró di scoprire qualcosa di piú, ma chi si occupava di "omologare" le sp di una volta non credo lavori piú in fabbrica, e su certe cose era tutto tramandato oralmente! :-)

    Il mio ferro si intravede qui e lí nel blog...

    Mentre sono purtroppo vedovo, per colpa dei soliti ignoti di uno splendido sp 3 era la n.153, dopo di lei non mi sono piú innamorato veramente di una moto

    RispondiElimina
  9. Le mie condoglianze, L-twin...

    Vedersi rubare una SP3 deve essere la cosa più brutta al mondo. Qualcosa che va molto oltre al valore economico della moto. Speriamo solo che chi te l'ha rubata si sia speso tutto il ricavato dalla ricettazione in medicine per la diarrea...

    RispondiElimina
  10. Lo so che non è la stessa cosa, ma se ti hanno rubato una SP3 e hai ricomprato una 4... beh... dai... è il modo migliore per consolarti per la perdita!

    Complimenti anche per la seconda!

    RispondiElimina
  11. Scusa non avevo capito che quella SP4 é la tua, éééééééééé bel ferro si, ma la usi spesso?
    Io non riesco piu a guidarla come meriterebbe, quindi la prendo di rado, avevo anche pensato di venderla :-((

    RispondiElimina
  12. No, la uso con il contagocce, e anche io avevo pensato di venderla ma nessuno fortunosamente é venuto per comprarla!!! :-)

    Ma la veritá é che la uso molto poco per via dell'inesistenza di ricambi in Ducati, qualsiasi problema poi va risolto con infinite ricerche personali per i ricambi;
    Non é proprio un quieto vivere con lei!

    Il mio sogno sarebbe quello di incontrare un rc 30 per caso e battagliare come degli assatanati! :-))

    RispondiElimina
  13. Il mio invece sarebbe di metterla in garage, una RC30...

    I sogni son desideri................

    RispondiElimina
  14. Guido Macchiaverna-IL DUCATISTA-10 marzo 2009 23:10

    Sauro complimenti..che gran Gioiello.le foto me le sto consumando con gli occhi a furia di guardarle..CHE MOTO!!!semplicemente FANTASTICA...

    RispondiElimina
  15. Credo che questa sia passione. Non so se sia LA passione o la Passione con la P maiuscola. Sicuramente c'è cuore, c'è ingengo, c'è voglia. Non scrivo più molto spesso ma continuo a leggere. E non scrivo più nemmeno "là".
    Non credo che la passione sia fingere di essere "amiconi" con i clienti, di aprire porte, di mostrarsi affabili per poi chiudere senza nemmeno un perchè.
    Non fa per me; sarò sbagliato io.
    Leggo qui, leggo in giro....
    Ma qui sento il profumo della passione.
    Vi saluto con immutato affetto.

    Fabio

    RispondiElimina
  16. Fabio,
    mi fa tantissimo piacere leggerti di nuovo, e come al tuo solito hai postato un commento assolutamente non banale e pieno di passione, penso quella stessa passione che trovi qui.
    Grazie e ciao.

    Guido,
    grazie anche a te.

    Enrico,
    a parte che oggettivamente la RC30 é una bella moto, sarebbe una buona occasione per mostrare come sarebbe ancora piu bella senza quel forcellone di merda che gli hanno piazzato.

    E comunque bella l'SP3, bella l'SP4, bella l'RC30.... ma il Pantah!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  17. Fabio... bello risentirti!

    Ed è bello davvero quello che dici. Perché anche per parte mia quel che scrivo e soprattutto quel che leggo qui è passione. Passione per la moto e per tutto ciò che ruota intorno alla moto. La moto per come la vivo io è soprattutto vita vissuta, non una gara di prototipi camuffati da moto di serie vista in tv due settimane fa e di cui si deve continuare a parlare perché sì. La passione è quella che lega superpantah a tutti gli altri minuscoli blog di cui ho scoperto essere piena la rete: blog gestiti e frequentati da persone tutte diverse e tutte in un qualche modo simili nel loro approccio alla moto. Non un oggetto con cui essere trendi o cul o fescion, ma un maledetto pezzo di ferro che non ti fa dormire la notte per la voglia di salirci sopra la mattina dopo. Passione per la voglia di essere unici e tutti uguali, con l'indifferenza per la moda del momento tipica di chi sa vedere più in là.

    Il tuo riferimento al desmoblog è quanto di più pacato e vero si possa dire di quello che è successo da dicembre a oggi. Nemmeno io vedo più niente che vada oltre il marketing, nel desmoblog. Il risultato è che non ci sta scrivendo praticamente nessuno a parte i soliti che conosciamo e che personalmente tanto stimo.

    Quando riaprì il desmoblog qualcuno disse che la riapertura era la risposta al mio post qui su superpantah che intitolai "sfigati: 1 - desmoblog: 0", una specie di uno a uno palla al centro. Io risposi che non era intenzione di questo blog fare da contraltare al desmoblog perché non ne abbiamo né i mezzi né la potenza mediatica.

    Ma abbiamo qualcosa in più, se ci penso bene. Noi di superpantah e tutti gli altri che non cito per paura di scordarmi qualcuno. Noi abbiamo passione, e questo è un vantaggio che il desmoblog non ci potrà mai pareggiare.

    Scrivi più spesso, Fabio!

    RispondiElimina
  18. Marc el Desmo-Resistente belga12 marzo 2009 10:00

    Non ho ancora trovato un buono motivo per partecipare al Desmoblog da la sua riapertura. Se è per dire "bravo Hago" o "sono molto contento di ritrovare qui X o Y", beh, prefiero scrivere qualcosa qui :-)
    Credo che nel futuro, gli argomenti proposti saranno selezionati per non dare la voglia a alcuni Sfigati di intervenire troppo spesso...

    Pero, viva la Desmo-Resistencia!

    PS. E da 4 giorni non sono piu presidente di un club DOC, per ragioni di incompatibilità filosofica...

    RispondiElimina
  19. Una rossa che ha fatto la storia.Poderosa essenziale dura e pura.

    RispondiElimina