martedì 10 febbraio 2009

Sammy Miller






11 commenti:

  1. Avevo sempre pensato (sperato?) che quella famosa foto fosse un fotomontaggio...

    RispondiElimina
  2. Grandissimo Sammy Miller.. Volo dal precipizio a parte, alla sua età vorrei essere anche io così! Che sogno, correre al TT con la mia "guzzona" preparata con il "vestito della festa" a quella età.. Io nei confronti di questo signore nato a Belfast nel 1933 provo una grande ammirazione.. Penso che lui, (insieme allo scomparso Joey Dunlop..), rappresenti quel motociclismo di una volta che purtoppo oggi non c'è più.. Per fortuna allora mi dico esistono tutti questi blog, dove si possono trovare notizie e foto su campioni (e non..) che rappresentano un'era oramai andata del motociclismo, dove di freni in carbonio, forcelle pressurizzate, telemetrie ecc ecc ecc non si era mai sentito parlare e dove, quello che contava davvero erano il polso e il cuore del pilota!
    Il Vs. post mi e' piaciuto tantissimo. Vorrei pubblicare qualche informazione su Sammy Miller su Cesena Bikers, ovviamente non mancherò di citare come fonte d'ispirazione SUPERPANTAH.. Un salutone..

    Enrico

    RispondiElimina
  3. .... e dopo quel volo non si é fatto nemmeno un graffio!!! almeno stando a quello che ho letto.
    Enrico sarò felice di leggere il tuo post su Miller, quello che so di lui é veramente poco, so che ha fatto trial, e che la SS del volo sopra non era la sua :-)))
    Ciao

    RispondiElimina
  4. Ciao, se vuoi ti spiego come ho fatto io ad inserire il banner dei "Guardrail assassini" su Cesena Bikers..

    Enrico

    RispondiElimina
  5. Marc el Desmo-Resistente belga11 febbraio 2009 17:24

    Questo non ha niente da vedere con il argomento, ma visto che siamo diventato un Desmoblog alternativo e che tutti non sono su Face-Book, ecco cio che ci ho scrtitto:
    Altra cosa che dimostra "l'evoluzione" delle mentalità a Borgo Pangale... Da tre anni, sono presidente di un club Ducati che era diventato DOC nel 2005 perche ci pareva che potrebbero risultare qualche vantaggio di questo statuto. Bene, degli vantaggi, non ne abbiamo visto molto ma faceva piaccere a alcuni di sentirsi parte della familia e non costava niente. L'anno scorso sono andato alla reunione dei presidenti a Valencia e cio che mi sono sentito dire dalle "autorità" non mi ha mica piacuto. In due parole, lo scopio è di fare con i club cio che fu fatto per i concesionarii quando è arrivato il concetto di Ducati Stores: una selezione sulla base di criteri che non hanno niente da fare con la moto per se, ma con considerazioni di marketing e di promozione del marchio. Diventare i ambassadori della Ducati e controlare cio che potrebbe fare scemo alla sua imagine. E tutto questo consegnato in una "bibla" da rispettare e da firmare! Ho dato la mia demissione di presidente per il 2009.

    ¡Y viva la Desmo-Resistencia, Ragazzos!
    ¡A las desmo-barricadas!
    ¡REFUNDACION DE DUCATI!

    RispondiElimina
  6. mi piange il cuore a vedere quelle foto :'( povera sport :'( cmq, a proposito di desmo-resistencia anche io ho scritto un piccolo post sul mio misero blog :)

    Ragazzi ma voi state su facebook? vi cerco! :)

    RispondiElimina
  7. Marc, mi dispiace che tu abbia dato le dimissioni. D'altronde farsi prendere per il culo non piace a nessuno.

    RispondiElimina
  8. Marc il Desmo-Resistente belga12 febbraio 2009 09:54

    2Valvo: non piangere, la moto fu da lontano riffata da SM che ha una officina specializata nella retaurazione di moto d'epoca, e il proprietario non ha perso nullo nel caso ;-))

    Pero, viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  9. Marc il Desmo-Resistente12 febbraio 2009 10:08

    @Sauro: Cio non vuole dire che non continuero a vedere i miei amici ducatisti come prima, ma mi rifuso a garantire e fare applicare une politicà che per me non ha piu niente da vedere con la prattica della moto, Ducati o altra... Mi domando come vanno a reagire gli altri presidenti, ma credo che la maggioranza va firmare senza leggere (i texti sono communicati a loro soltanto in inglese e parzialmente in italiano...).

    ¡Y viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  10. Peccato che non sia (ancora) una versione italiana, ma adesso vi segnalo che è stato aggiornato il Desmodrome (en francès e spagnolo) sul nuevo sito del DSB:
    http://www.ducati-sud-belgio.be/1.0/?name=Desmodrome

    ¡Y viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  11. ... "in francese", scusate Ragazzos :-))

    ¡Y viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina