mercoledì 17 dicembre 2008

QUATTRO(?)SFIGATI: 1 - DESMOBLOG: 0

Ragazzi, l'abbiamo fatta grossa! Alla fine, dopo minacce più o meno velate, il Desmoblog l'hanno chiuso davvero. Il sistema oscurantista ricorda il totalitarismo russo ai tempi della guerra fredda: spariti i vecchi argomenti, sparito tutto l'archivio, piazzato lì un post di auguri su cui non si può inserire nessun commento. Anzi: la cosa più bella è che SOLO SULLA TRADUZIONE INGLESE è stato aggiunto "We reserve the right to remove comments that are inflammatory, degrading or malicious". Come mai non dire chiaramente anche in italiano che hanno chiuso perché si sono offesi del fatto che un sacco di gente gli ha tirato merda addosso sul loro blog?
Tutto questo è tipico del nuovo corso dell'amministrazione Ducati: ho tra l'altro provato a mandare una mail a Valentina Tolomelli, ma ha piazzato lì una specie di antispam che automaticamente risponde alla posta in arrivo dicendo che è in ferie fino a gennaio. Come dire che viene rifiutato qualsiasi tipo di confronto: mi rifiuto di pensare che la Tolomelli sia in ferie dal 17 dicembre al 7 gennaio. Sarà mica in cassa integrazione anche lei? In ogni caso spero noi quattro sfigati non ci disperderemo a causa di una cosa del genere... in fondo dicono che siamo così pochi...
DesmoResistencia!!!

115 commenti:

  1. HeHeHe!!! No Enrico, Torchio una volta in un post ha specificato che l'unico modo in cui loro in azienda apprezzano il rosso é la Ducati, quindi penso che non abbiano seguito nessun esempio "illustre" ma sia frutto solo della loro mancanza di midollo.
    Se avessero chiuso il blog sarebbe sembrata un'operazione politicamente scorretta agli occhi di tanti osservetori esterni, credo che così cerchino di salvare la faccia, ma a noi come ad altri penso che sarà abbastanza chiaro il tutto.
    Stanno volutamente mandando in malora tutto pur di ricavare il piu possibile nel piu breve tempo bossibile. Come dei broker.

    RispondiElimina
  2. Qualcuno ha fatto cenno di recente ad un'invito ricevuto da due illustri desmoblogger ad andare in azienda per un colloquio (la Eli e Marco Villa se non sbaglio). Qualcuno ne sa qualcosa?

    RispondiElimina
  3. ciao a tutti. io so che marco villa, eli e spaggiari erano andati in azienda , ma era settembre. non so cosa siano andati a fare, ma la mia idea è un po' di basso profilo a riguardo. da parte di ducati, ovvio, e mi spiace che delle brave personesi lascino prendere in giro cosi'... concordo sul neonazitotalitarismo di cui leggo e ho molta tristezza. pensa che anche sul sito del caferoma hanno rimosso la possibilita' di commentare che avevano messo prima. cmque la foto di deltochio tra 2 escort da 1000 euro a w.e. è penosa da far morire. ma è stata astutamente rimossa anche quella dal sito da dove l'ho vista. ragazzi qualcuno vi spia...... orrore!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Ciao ragazzi...ho ricevuto da poco la mail di Enrico che mi diceva della chiusura del Desmoblog e mi comunicava l'indirizzo di questo blog...che dire...in questo clima natalizio(già triste di suo) questa cosa mi lascia ancora più tristezza...che delusione!!!

    RispondiElimina
  5. ps comunque credo fortemente fosse una chiusura programmata da tempo , perche' leggevo che lo strategos di tutto,un certo luciano attina', aveva da tempo programmato la faccenda dei bar e tutta la melma accessoria e di chiusura del blog se ne parla da un anno circa. per cui credo che si è stati fin troppo buoni e corretti su quel blog perche' non lo meritavano proprio. ariciao

    RispondiElimina
  6. Marc el Desmo-Resistente18 dicembre 2008 09:02

    Ciao Ragazzi,
    Ecco, questa volta siamo veramente entrati nelle Desmo-Resistencia, iniziata dalla mio amico Pepo di Radical :-)Se volemeo continuare a communicare qui, non sarebbe possibile di creare un luogo di discussione separato degli argomenti?
    E viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  7. 7otto7 non essere triste per la chiusura del desmoblog dai, casomai sii triste per la fine che sta facendo la Ducati. E' diventata una macchinetta stampasoldi che funziona solo se stoner vince, in caso contrario devono studiarsi altri stratagemmi.
    A me rattrista molto la censura, una pratica che nel mondo civile é quasi sparita da anni ma che in Italia ancora esiste, anzi viene quasi sbandierata come ultimo metodo di difesa di presunti valori morali.

    RispondiElimina
  8. Caspita... proprio ieri ero stato sul blog ducatoso x vedere se c'erano novità, ma non sono andato oltre ai titoli perchè evidentemente non si parlava di moto (qualcosa tipo "Ancora Troy" e "Ducati café"... roba da Ridusstudemacsss!!!). Ora me ne pento!!! :D

    Principalmente credo che visti i tempi hanno pensato di chiudere come si deve gli impianti (recupero ferie in alternativa alla cassa integrazione? :D), ma giustamente non si possono permettere di mantenere vivo il blog non moderato. Cmq, molto bello questo blog, finalmente si parla di moto!!

    Alessio (Abx78)

    RispondiElimina
  9. Antony, grazie della spiegazione, pensavo fosse una cosa piu recente... Non voglio pensar male a tutti i costi sia chiaro.

    Superpantah

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  12. Si dovrei aver tolto il controlo parole antispam.

    RispondiElimina
  13. Infatti non sono triste per la chiusura del blog...è solo un'ulteriore conferma dell'andamento di Ducati in questi anni!!! Continuerò a tenermi il mio Monster del 96...anche perchè ora non ho soldi per cambiare moto...ma mi sa tanto che quando avrò la possibilita passerò a KTM...che vi devo dire...mi piace!!! :-))) Visto che qui si parla di tecnica e di moto vi volevo postare il link del sito del mio meccanico...uno che fa ancora le cose con passione...so che apprezzerete!!! :-))) www.ducarosso.it

    RispondiElimina
  14. Marc el desmo-resistente18 dicembre 2008 09:47

    Avete anche visto che su ducati.com, no c'è piu il link per il Desmoblog, cio che fa pensare che vanno a supprimarlo...
    E viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  15. La cosa traballava da tempo forse:
    "Blog che muoiono e blog che nascono…"
    http://www.cash-cow.it/2007/blog-e-comunicazione-online/desmoblog-ducati.htm

    A mio parere credo che stando così le cose , questa faccenda rappresenti per la Ducati un grosso boomerang che non mancherà di ritorcersi contro.
    Aprire un nuovo canale comunicativo e poi chiuderlo di botto , cancellando tutti i commenti precedenti, con la scusa delle buone vacanze , non è un bel gesto.
    La mancanza di chiarezza , trasparenza , correttezza nei confronti dei propri utenti, clienti o no non ha importanza, perchè potenziali potrebbero diventarlo, crea un danno all'azienda enorme a breve e lungo termine.
    Oggi milioni di persone si collegano alla rete cercano, leggono, ma soprattutto , "Ricordano".
    Uno dei maggiori difetti della comunicazione unidirezionale dell'epoca passata era il fatto che era difficile poter ricordarsi e cercare in ogni istante l'informazione desiderata.
    Oggi se un azienda ha comportamenti non coerenti e scorretti con i propri utenti , questi se lo ricorderanno per sempre e non mancheranno di linkare e ricordarlo anche a migliaia e/o milioni di altre persone.
    E' semplicemente da sconsiderati e folli pensare di cavalcare o ignorare la tempesta , la tempesta travolgerà tutto e tutti coloro che non si adegueranno a questi nuovi paradigmi.

    RispondiElimina
  16. notavo che sulla pagina li del desmoblog di natale cè scritto che ci si rivede a gennaio....io non ci credo molto. x me è un lento spegnimento. e hanno appunto cancellato gli archivi. non sono neanche riusciti a bannarmi per bene ...e dire che ho fatto il possibile...

    RispondiElimina
  17. Antonio, non so se di chiudere il blog ne parlassero da un anno o se l'abbiano deciso dall'oggi al domani. So che non è una cosa corretta il modo in cui l'hanno fatto.

    abellix, è possibile che ci sia una sorta di piano ferie forzate che sostituisce almeno in parte la cassa integrazione, ma onestamente mi pare difficile coinvolga perfino Valentina Tolomelli. E comunque mi pare strano che una azienda in ottima (?) salute come dice di essere la Ducati debba ricorrere a certe cose... sbaglio? :-)

    Siamo con te, Marc: tutti ufficialmente DesmoResistenti!!! Lo fai sapere tu a Pepo o gli mando una mail io? :-)

    RispondiElimina
  18. enrico concordo. antonio

    RispondiElimina
  19. E' vero che non é stato fatto in modo corretto, hanno tentato di mascherare la realtà delle cose, però se qualcuno seguiva il blog da tempo si é reso conto benissimo di cosa é successo.
    Puo darsi che la valentina sia stata trombata per non aver saputo gestire bene le cose?

    Io non mi pento di nulla, ho sempre detto cose che pensavo e in cui credevo fermamente, come penso gran parte del club4sfigati, quindi penso che se qualcuno ha la coscienza sporca adesso é evidente di chi si tratta.

    RispondiElimina
  20. Ho ricevuto la mail di Enrico tramite Fabio. In fondo mi dispiace che chiudano il blog, anche se non frequentavo più per vari motivi.
    In compenso ciò che mi piaceva del blog, lo ritrovo qui!!
    lamps a tutti

    MarcoS2r.

    P.S. Io ho il monobraccio sono comunque ben accetto? ;)

    RispondiElimina
  21. mmm mi ha tagliato il post

    RispondiElimina
  22. Marco sei ben accetto di sicuro :-) Se la pensiamo tutti allo stesso modo con chi (e di cosa) si discute...
    Ciao

    RispondiElimina
  23. comunque il programma 2007-2010 oramai è alla fine, col baratro raggiunto dalla stradaperta. veramente voglio conoscere il primo acquirente di quella moto. e chiedergli perche' la ha comprata.
    se hanno seminato bene si vedranno i frutti. la cortina di ferro che hanno alzato e la propaganda che hanno sviluppato non mi da molto da sperare. sicuramente i prossimi dirigenti avranno di che sbizzarrirsi perche' davvero mi sembra di vivere un brutto sogno, anzi un sogno stupendo iniziato con la 1098 vista, poi un risveglio con la 1098 vissuta, e ora l'incubo finale con la SF e la SA. sono proprio curioso di sapere se le nostre impressioni anzi di piu', le sensazioni che traspaiono cosi negative dove porteranno.
    se la tolomelli è dipendente anche lei puo' essere cassata, immagino, come gli altri, soprattutto penso sia stata elminata perche' il blog poi o lo si eliminava o penso non avra' bisogno di un moderatore, essendo un qualcosa di regime e propaganda. cioè quello che era negli ultimi post del capo...se penso a ttti i miliardi che hanno investito in questo tipo di marketing mi si accappona la pelle....e per cosa poi...e il come...invece di far trasudare passione , trofei, marmitte, memorabilia, hanno rivoltato il tutto col cafe' a roma...forse in altri modi avrei visto con normalita' ma cosi è proprio una dissonanza assurda.

    RispondiElimina
  24. Marc el Desmo-Resistente18 dicembre 2008 16:54

    Si Enrico, diro a Pepo che la Desmo-Resistencia, dopo Spagna e Belgio, e arrivata anche in Italia!
    E viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  25. Buongiorno a tutti.

    Ho alcuni contatti in Ducati e la situazione è questa: reparti e uffici chiusi già questa settimana, ferie forzate per chi le ha, cassa integrazione per gli altri.
    E se ne riparla a gennaio.
    E credo che anche Valentina non sia stata immune da queste scelte; stanno cercando di tagliare al massimo le spese in questo periodo.

    RispondiElimina
  26. Parrebbe però che l'unico mercato a non aver subito flessioni sia quello motociclistico di fascia alta.

    Quando sento che Ducati mette gli operai in cassa i conti non tornano... credevo che a borgo panigale avessero smesso da un po' di fare "porsche" (sapete che voglio dire) per proletari :P

    Qualcuno mi sa illuminare??

    RispondiElimina
  27. Grazie Fabio,
    la situazione pare piu brutta di quanto potevo immaginarmi, non sono provvedimenti normalmente presi nei periodi di "calma" o sbaglio.
    Speriamo sia una cosa temporanea, sotto tutti gli aspetti.

    Abellix non so che dirti, i conti non tornano no, é un brutto periodo per tutte le aziende figuriamoci per quelle che tentano di vendere fumo.

    RispondiElimina
  28. un anno e mezzo fa , tramite la tolomelli, scrissi una domanda a gabriele del torchio :
    come mai i principali istituti di credito e i controllori di mercato USA, si misero a ridacchiare tra virgolette, alla presentazione del piano aziendale 2007-2010. ovviamente non ho mai avuto risposta. ma ora si iniziano a delineare, aihme', alcune cose... speriamo sia un brutto sogno, mi pare tutti ci teniamo a questa azienda di casa nostra.

    RispondiElimina
  29. e comunque la salvezza sarebbe un bel calcio in c...a questo a.d.
    nulla di personale e opinione personale, ma a me sembra proprio un ciuccio in mezzo ai buoi...solo che sta ricevendo un premio dopo l'altro...magari mi sbaglio e lui è il nuovo machiavelli, o il nuovo principe sforza, o il nuovo lorenzo de medici detto il magnifico....

    RispondiElimina
  30. Marc el desmo-resistente19 dicembre 2008 14:14

    @ Enrico: Riposta di Pepo:
    A LAS DESMOBARRICADAS !!

    E viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  31. Io credo che tutto quel che sta succedendo sia almeno in parte frutto di un terribile errore di valutazione da parte del Dottor Del Torchio. La crisi c'è per tutti, è indiscutibile, ma io credo che la strategia di prodotto e conseguentemente di vendita (o viceversa?) impostata sia stata impostata in modo del tutto sbagliato. In un periodo di recessione come pare quello in cui ci stiamo addentrando puntare tutto su esclusività, moda e merchandising non mi sembra una scelta geniale. Per il momento non favorevole e anche per il prodotto che si deve vendere: Del Torchio sta usando con le moto Ducati una strategia di vendita che andrebbe bene per gli yacht da qualche milione di euro ma che per le moto è un buco nell'acqua. Soprattutto se sono moto particolari come le Ducati: al ducatista affezionato vedere il marchio Ducati su qualsiasi cosa non interessa, anzi. Gli crea disaffezione, gli dà l'idea che Ducati si stia svendendo (e non è una cosa diversa dal vero); d'altra parte cercare di spersonalizzare il prodotto per renderlo più appetibile per una maggior fascia di utenti è un'altra cosa decisamente stupida. La 848 l'hanno fatta per piacere a tutti e andrà a finire che non piacerà a nessuno: non ai ducatisti che come Ducati la vedono troppo giapponese, non ai filo-giapponesi che per essere nipponica la vedono troppo Ducati.

    Certo, se avessero usato il blog per quello che dicevano era nato, forse oggi non l'avrebbero nemmeno chiuso... mah...

    RispondiElimina
  32. Tutti alle desmobarricate!!! :-)

    Alzeremo delle barricate fatte con pezzi di vecchie Alazzurra! Ovviamente badando a non rovinarli! :-))

    RispondiElimina
  33. E' no!!! Questo non é accettabile. l'Alazzurra non si tocca, per le barricate offro in sacrificio il GTL.

    RispondiElimina
  34. Anzi no!!!!
    Ultimamente grazie a una foto vista su Ottonero ho trovato un giusto scopo anche per quella.
    Diciamo che per le barricate potrebbero essere scardinati ed impilati un po' di forcelloni monobraccio. Che quelli proprio non servono a nulla, neanche a recuperare l'alluminio perche ormai é corrotto :-)))

    RispondiElimina
  35. Marc el desmo-resistente19 dicembre 2008 15:35

    No, per le barricate, credo che restono Sport Classic non vendute, che lo faranno bene!
    Piu serio, su cio che dice Enri sulla situazione attuale della Ducati, non sono sicuro che sia gia la crisi appena arrivata che oggi fa problema. Questo serà per l'anno proximo perche lo peggior è ancora da venire...
    Dunque, se le difficoltà comminciano adesso, veremo come il Capitano Del Torchio va a monovrare la barco negli mesi che vengono e se la sua strategia serà la buona...

    E viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  36. Guido Macchiaverna-IL DUCATISTA-19 dicembre 2008 20:22

    ciao

    RispondiElimina
  37. Guido Macchiaverna-IL DUCATISTA-19 dicembre 2008 20:34

    Buonasera a tutti ed eccomi anche io da queste parti..e un piacere rileggere molti di voi che conosco e per questo scrivo anche io..beh mi mancavate gia molto..Tira aria brutta anche in Ducati e questo non puo che dispiacermi e fare male..ma da come stanno lavorando alcune cose se le stanno cercando..La via intrapresa, e quella sbagliata e l avvento di manager che non ci capiscono nulla ne di moto, ne di Storia e tradizione Ducatista hanno contribuito a fare altrettanto..Il sig Del Torchio dovrebbe capire che non si puo diventare dalla sera alla mattina Ducatista senza sapere ne a,b,o c solo perche 's'indossa il giubbino Historical di pelle...Ho l idea che si e trovato al posto giusto e al momento giusto,quando questa piccola fabbrica e diventata campione del mondo Moto gp senza che lui abbia contribuito almeno di una virgola..poi se crede di vendere yacht Ferretti,mi sa che fara fare male davvero Ducati..e per il bene che ho del marchio ,francamente vorrei che si facesse male lui con le sue scelte...Il futuro ci fara capire meglio,ma l atteggiamento che ha avuto con il desmoblog mi ha solo dato la conferma dell'ARROGANZA e L'IGNORANZA che ha verso chi da prima di lui e motociclista...Finisco qui, la mia arringa,se no ci vorrebbero milioni di pagine,mi auguro che al Caffe Ducati gli vada di traverso e si scotti con un bel cappuccino caldo...Spero che non mi bannate,ma credo che tra sfigati Ducatisti questo e il posto piu tranquillo dove fare critiche..mi sa che mi staro' ENRICHIZZANDO..un saluto a tutti e anche a Enrico che mi ha dato la possibilita,di venirmi a fare un giro su questo SITO GENUINO E ALTAMENTE ARTIGIANALE...quello che manca a Ducati ora..ciao a tutti

    RispondiElimina
  38. beh in fondo ritrovarsi qui non è male e denota molte cose...l'idea di questo blog è stupenda e caratterizza molto i fondatori, per come almeno io li ho conosciuti.
    in una notte insonne prima di partire anche io ho voluto seguire questa cosa, in fondo la struggevole schifezza ispiratami dal ducaticafe' di deltorchio( che non è altro che la metafora di questa societa') mi ha ispirato su come immaginavo io il caffe' ducati...un posto affollato, di gente in giubbotto e tute zozze, oleose, che si ritrovano , un viavai di gente appassionata, esperti e ignoranti assieme, magari entra canepa da una porta e magari di la 'cè gente che suona dal vivo riff di sax e rullanti jazz.. birra e filosofia , capelli lunghi e sciarpe di lana grezza colorata. un posto vivo.per cui mi sono creato un ritrovo piu' che altro senza una vera appartenenza a questo o quell'altro marchio, un po' come me, che vorrei magari solo per un giorno toccare almeno una volta le moto piu' belle, sentire storie di gente, puzza di piste e asfalto. un po' come me appunto che sto sempre zitto ma poi parlo parlo parlo parlo..una specie di posto dell'anima come lo intendo io almeno , con lo sfondo che parla di moto ruggenti, vere.non finte. di persone prima di tutto..come un vecchio pub di bologna o di firenze appunto..

    RispondiElimina
  39. un sincero buon natale a tutti , mi ero scordato.

    RispondiElimina
  40. Guido, qui non ti banna nessuno, specie se dici cose vere come hai fatto fin'ora. Personalmente condivido tutto quello che hai detto. Mi sa che ti stai enrichizzando davvero :-)))

    Buon natale Antony, e buon natale tanti saluti a tutti.

    RispondiElimina
  41. Marc el Desmo-Resistente20 dicembre 2008 10:25

    Ciao a tutti,
    Finalmente, credo che questo potrebbe diventare il Desmo-Resistencia-Blog, o il Desmo-Sfigati-Blog :-)
    Piccola questione per il padrone di casa : non sarebbe possibile di scriversi sul blog afinche non sia necessario di inserire il suo nome ogni volta, come sul "altro" blog?
    E per Anthony, un café esattamente come lo descrivi,ci lo è faccendo mi amico Bart, il papa della Ducati mono V1 compressor. So che è un poco lontano per voi, ma con un buon navigatore... ;-)


    E viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  42. Marc, se c'é il modo io non lo so, cercherò di informarmi, forse Enrico lo sa.
    Ciao

    RispondiElimina
  43. bene bene marc

    sauro volevo chiederti se tu potevi concedermi una intervista sul mio diario in rete, come ducatista, ex presidente di un club, possessore di una special come la tua. partendo dalla tua special ma come argomento appunto la DEsmoresistenza, in stile moderato e informale, ma sentito, ovviamente. non una analisi tecnica e basta della tua moto insomma, ma un vero reportage umano e emozionale. in italiano e inglese appunto. lo so che la hai pubblicata su riviste autorevoli, ma se potesi abbassarti anche nel mio progetto ssarebbe x me stupendo.
    la mia mail è: antoniodicoste@virgilio.it


    idem marc poels : allora mi daresti la tua mail , perche' potremmo approfondire questo aspetto, appunto il mio diario in rete vuole essere appunto un incontro di esperti , ma sopratutto di persone, potresti contattarmi cosi ne parliamo? magari una interwiew a tre , le idee son obelle e tante...marc è gia la seconda( e ultima) volta che sono venuto ad aalst, solo 2 giorni , la prox volta sarebbe meglio vedermi meglio le fiandre ecc ecc...

    lo sto appena creando ein cantiere ho gia' qualche cosa, anche se saro' un po' lento. mi piacerebbe sviscerare tutto cio' che avete da dire.
    repartocorsenumero6.blogspot.com
    poi avrei anche una idea pazza di contattare e sentire un ex ad, ma li ho bisogno di aiuto pesante.mi raccomando contattatemi ciao

    RispondiElimina
  44. Marc el Desmo-Resistente21 dicembre 2008 11:29

    @ Anthony : Aalst non è molto lontano di Aarschot dove Bart sta preparando “The Motorcycle Factory” (nel Belgio, niente non è mai lontano di dove ti trovi...) e spero che avremo un giorno l'opportunità di andare a bere qualche birra da lui, sono sicuro che ti piaccerà ;-)
    La mia e-mail è marc.poels@gmail.com

    E viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  45. Ciao tutti: Enrico, Sauro, Marc, Antony, Fabio, Roberto , ho faticato un pochetto , ma grazie alla “desmoresistencia” sono proprio felice di avervi riacchiappato nell’etere.

    Enrico: caspita come sono permalosi gli scUteristi! O sei d’accordo con loro o sei contro di loro…

    Povero Minoli, non era male la sua idea del Blog, chissa’ come gli gli dispiacera’ vedere che hanno spazzato via tutto l’archivio….

    E questa la nuova eccellenza del made in Italy che viene avanti si occupa di ristoranti’, vini, tartufi e del restyling del brand nel nuovo corso che avanza le moto in Ducati sono un asset secondario…

    Affettuosi lampeggi desmoresistenci 2008/2009 a tutti, vostro afficionado Hondamotor

    RispondiElimina
  46. Guido scusami, scusa ma per la fretta mi e' sfuggito citarti. Bello e sincero il post che hai scritto qui.

    Buone feste 2008/2009 Guido, HM

    RispondiElimina
  47. Benvenuto HM.

    Antony perche dici che devo abbassarmi a qualcosa. Sono un semplice appassionato come tanti. Se Mondo Ducati e Desmo Magazine hanno fatto dei servizi sulla mia moto é perche la moto a loro é piaciuta, ma quasto non vuol dire che io sia piu competente di altri sull'argomento. Sarò contento di raccontarti un po' di cose ma ho bisogno di tempo perche é un perido un po' incasinato.
    Ciao

    RispondiElimina
  48. Ma che bello che sta diventando...manca solo di ritrovare anche Ely e Marco Villa "The president" e ci sono proprio tutti!!! AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

    RispondiElimina
  49. Marc el Desmo-Resistente22 dicembre 2008 11:02

    Eli mi ha contatto su Face-Book e la ho datto l'indirizzo del Desmo-Resistente-Blog, forse va anche ad arrivare qui...

    E viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  50. Sei su Facebook...anche io!!! :-)))

    RispondiElimina
  51. Antony volevo precisare che non sono mai stato presidente di un club ma semplice consigliere del Ducati Club Toscana ex Ducati Club Incisa.
    Club che si é spento dopo l'ultimo raduno di Settembre (non abbiamo nemmeno fatto la cena sociale per il rinnovo delle tessere e la presentazione del calendario 2009), ma ho ricevuto proprio ieri sera la notizia che forse riparte a gennaio. Non scrivo che "si riparte" perche non so se io farò piu parte della combriccola, per vari motivi, uno dei quali é che mi sono rotto le palle di lavorare (vi garantisco che é dura gestire un club che fa motoraduni in 4-5 persone) per fare pubblicità a favore di certa gente. Inoltre essere considerati da Ducati sullo stesso piano (se non su un piano inferiore) di certa gentaglia che gestisce club DOC con un malcelato scopo di lucro mi da molto fastidio.

    RispondiElimina
  52. Involontariamente ho fornito lo spunto per un'eventuale scambio di opinioni.

    RispondiElimina
  53. sauro

    ok ma scrivimi se no ti stressero' a lungo. attendo tue notizie e inizia a mandarmi qualche foto su mia email ciao e grazie

    marc ok grazie ti chiedero' molte cose

    RispondiElimina
  54. sauro allora scusami contattami cosi ti chiedo cose poi tu rispondiomi con calma ciao

    RispondiElimina
  55. @Sauro e Antonio: sono presidente di un club DOC da 3 anni e sono andato al WPM a Valencia in ottobre, per vedere e ascoltare. Sarebbe molte cose da dire sul sogetto ma noi, non siamo buoni alievi e non sono sicuro che restaremo un cub ufficiale se le cose continuano a evoluare nel senso dove vanno. Da Ducati, sembrano di pensare che essere un club DOC sia un privileggio, e che ci sono piu obligazione da la nostra parte che di doveri da la loro...

    E viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  56. Ciao!!!
    Ci sono pure io ... che di tecnica poco so ma di passione ne ho tanta ... un po' di voi li conosco (Fabio/Guido) e tanti altri no. Sempre scritto poco sul Desmoblog ma letto molto.
    Felice ora di continuare a leggervi!
    BUONE FESTE A TUTTI!
    Chiara

    RispondiElimina
  57. Si Marc, secondo me il motivo per cui ducati considera un privilegio concesso é che in italia c'é l'abitudine di sfruttare i DOC per fare soldi. C'é gente che lo fa con le giornate in pista, chi lo fa con la vendita di oggetti, chi lo fa organizando viaggi ecc.
    Il ducati Club Incisa era un Ducati Club ufficiale ben prima che arrivassero i DOC e la gestione attuale, e finche c'era il gruppo Cagina non era mai mancato un'aiuto, anche solo con del materiale pubblicitario, e comunque non c'erano mai stati obblighi di nessun tipo. Oggi sembra che sia obbligatorio per un DOC avere una persona impiegata a tempo pieno per rispondere alle mail e per fare tutto quello che chiedono nei tempi che chiedono. Fare tutto questo solo per passione come abbiamo sempre fatto noi é diventato difficile e direi anche che la voglia ce l'anno fatta passare.
    Mi é capitato di fare le veci del presidente in una riunione a Bologna qualche anno fa, e dopo quella volta non ho piu voluto andarci perche schifato dagli argomenti proposti dagli altri presidenti, tutti incentrati su questioni economiche e sul rispetto dell'esclusività che l'appartenenza alla casta dei soci DOC doveva garantire!!! Rimasi letteralmente schifato!!!

    p.s. é li che conobbi per la prima volta la Lady Ducati

    RispondiElimina
  58. Ciao Chiara e benvenuta,
    é vero che hai scritto poco ma quel poco é stato piacevole da leggere proprio per la genuina passione che traspariva.
    Grazie e ciao.
    Sauro

    RispondiElimina
  59. Alcune belle moto da vedere qui:

    http://www.mc24.no/article.php?articleID=950&categoryID=123

    E viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  60. Marc,
    bellissime foto, io la mia fidanzata ed Enrico abbiamo visitato personalmente il MAD '07. Una mostra bellissima. Speravo che la rifacessero quest'anno invece niente.

    RispondiElimina
  61. Guido Macchiaverna- IL DUCATISTA-22 dicembre 2008 19:45

    Salve a tutti..come vedo pian piano caro SAURO e ENRICO il vostro super sito genuino si sta popolando di molti DesmoBlogger o ex,fate voi...Stasera so che alcuni dei vecchi Blogger avevano una cena,tra cui avrebbe partecipato anche il Sig. Del Torchio(meglio che non ho partecipato,perche di sicuro qualche sassolino da dentro la scarpa me lo sarei levato)..quindi a breve,sapremo anche le sorti del Blog Ducati!!!Saluto con piacere HONDAMOTOR(ben ritrovato) e CHIARA..beh, fa piacere trovare ancora una parte di gente con la quale ho condiviso sempre e nel rispetto la passione Ducati...Che dire..Niente di che..Posso solo raccontarvi che anche ieri sono stato a spasso con il mio Mostriciattolo in costiera a macinare km,con un clima degno della primavera inoltrata e un asfalto talmente bello e pulito da farmi tirare piegoni come sempre...Ragazzi ieri ho visto tantissime Ducati,un club di 1098 e anche 2 Nuovi Monster 1100...ne avro contate circa una 30ina :)Il natale e' vicino e vorrei augurare anticipatamente(perche non so se ci saro',in questi giorni) a tutti voi e alle vs famiglie Felici Feste...mi raccomando non mangiate molto se no sulle vs moto, starete molto scomodi..A ENRICO voglio dire una cosa: "tanto che hai fatto...che pian piano sei riuscito a trasferire il Desmoblog qui"..complimenti :)BUON NATALE a tutti con la speranza che la Ducati riesca a superare la crisi per il bene che le voglio e per tutta la gente che ci lavora.... nella speranza che ritornino a fare quello che hanno sempre saputo fare: MOTO, E NON CAFFE'!!!!

    RispondiElimina
  62. Passo da qui dopo alcuni giorni di silenzio causa lavoro...

    Bello vedere che si possono fare quattro chiacchiere anche senza il timbro di nessuno, e ancora più bello che a queste quattro chiacchiere si aggiungano sempre più partecipanti: mi rallegro in particolare del ritorno di Hondamotor che invito a farci visita spesso dopo la sua prematura scomparsa dal Desmoblog, ma non tralascio Chiara né nessun altro.

    Guido, che posso dirti? Non considero assolutamente il piccolo successo di questo blog come una vittoria personale, anche se il titolo dell'argomento su cui stiamo scrivendo in fondo dice il contrario. Il fatto è che la chiusura, temporanea o definitiva che sia, del Desmoblog è prima di tutto una sconfitta per Ducati e per il suo rapporto con appassionati e clienti. Un blog nato per avvicinare la gente a Ducati che poi viene chiuso precauzionalmente per l'impossibilità anche temporanea di seguirlo da vicino... beh... è un bel buco nell'acqua. Specie per una Azienda che a parole vorrebbe fare del rapporto con il cliente un punto di forza.

    Quello che però noto in particolare è che le critiche verso Ducati e la sua gestione prodotto arrivano alla fine di una stagione motoGP in cui Ducati non ha vinto il titolo. L'anno scorso la Ducati campione del mondo si poteva permettere anche il 696 e dopo un mese di critiche un sacco di gente ha cominciato a dire che in fondo tanto male non è.

    L'unica cosa che rivendico nei confronti di tanti tifosi solo accidentalmente appassionati di moto è la coerenza. Il 696 per me era una merda quando lo vidi per la prima volta ed è una merda oggi. E lo stesso dico di Ipermodard e in pratica di tutta la attuale gamma prodotti; oggi un sacco di gente la pensa come me, ma un anno fa perché venivo trattato come un eretico? Il mio Multistrada si rompeva allora come oggi... le catene dei 1098 grattavano sui telai nello stesso modo e i motori incapacemente messi a punto per le nuove normative si spegnevano allora come oggi, per non parlare di tutta la interminabile fila di problemi che hanno le attuali Ducati. E per non dire che la gamma è piena di stupide moto da parata oggi forse di più di un anno fa, ma sicuramente non oggi sì e ieri no...

    Solo che Ducati un anno fa da campione del mondo motoGP si poteva permettere di vendere qualsiasi porcheria e di trattare i clienti a pesci in faccia quando avevano problemi. Quest'anno non ha vinto il campionato e tutti le danno addosso in ogni modo. Evviva l'Italia... :-)

    RispondiElimina
  63. Marc el Desmo-Resistente23 dicembre 2008 10:08

    @Enrico : non è sempre buono di avere ragione troppo pronto ;-)
    Come forse sapete, collaboro da 5 anni alla rivista francese Desmo, per la quale scrivo articoli principalmente storici, ma anche su argomenti attuali e questo lo faccio sul mio nome. Ma c'è anche una rubricca "corriere dei lettori", e là, naturalmente con la complicità della direzione della rivista, faccio in ogni numero "la lettera di Monsieur Sleop del Belgio", dicendo tutto cio che penso di diverse cose relative all'evoluzione dello marchio. E come lo potete imaginare, spesso no deve fare piaccere alla Casa Mamma ne a l'importatore (che ricevono la rivista). Se alcuni di voi capite il francese e sono interessati, tengo gli corrieri a disposizione ;-))
    Da poco tempo, ho anche comminciato una collaborazione con la rivista italiana Mondo Ducati, grazie a un amico caro ;-) ma finora, non ho ancora osato proponere a loro di fare lo stesso...
    Una cosa strana : Desmo si vende a 10.000 copie (tutti i die mesi) e Mondo Ducati a 3.000 (tutti i mesi): mi pare che sia piu interesse per le moto italiane negli paesi francofoni che in Italia ;-))

    E viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  64. Io non ho mai sperato che il desmoblog chiudesse, e non vedo la cosa come una vittoria. Tutt'altro. Secondo me in Ducati pensano di aver fatto un dispetto a tanti per colpa di pochi (noi desmosfigati), in realtà hanno fatto un dispetto alla Ducati (non ho detto a loro stessi non a caso), non sforzandosi di capire il perche delle proteste e preoccupandosi solo della questione d'immagine negativa che ne scaturiva.
    In realtà penso che abbiano capito perfettamente le ragioni delle proteste (non tutti) ma se ne freghino altamente perche vorrebbe dire rivedere i loro piani di sfuttamento.
    Sono dispiaciuto per la situazione che la chiusura del desmoblog rappresenta, non per il fatto di per se.
    Sono appassionato di motociclette non di battagle contro mulini a vento.

    RispondiElimina
  65. Marc el Desmo-Resistente23 dicembre 2008 12:08

    @Sauro: non sono sicuro che sia definitivamente chiuso il Desmoblog. Hanno indicato "Ci rivediamo in gennaio". Penso piuttosto che non sapevano che fare d'altro se il blog restasse aperto senza controlo in un momento dove tutte le reazione erano cosi negative, con il pericolo di lasciare le cose andare via ancora durante tre settimane. Credo piuttisto che non avevano imaginato questa situazione e che hanno preferito di gelare il blog e di preparare un argomento ben consensuale per la ripresa. Ma chi vivrà vedrà!

    E viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  66. 7otto7 et al.
    beh io ho provato a fare 4 chiacchiere disinteressate e fuori dal discorso moto o blog, con eli via email ma sia lei che marco villa sono piu' abbottonati di 007 goldfinger in the arse...( da cio' che leggo a proposito di una cena nel jet set,) sono stato leggermente snobbato,dopo avermi confessato del loro pellegrinaggio alla mecca di bologna forse ritengono giusto non far trapelare nulla dei loro movimenti ... sembra che andare a cena con del torchio sia una questione vitale a tal punto da rinunciare a fare appunto 4 chiacchiere del +\-...ma forse sbaglio...poi a me di cene sinceramente ....mi è sembrato un comportamento molto ridicolo e senza senso, ma che mi conferma la presenza di un confklitto di interessi, quale esso sia.non lo so e non mi interessa neanche ma sorrido di buongusto....spero si facciano marchiare in testa come le manze..o i manzi
    uu
    scusate la scurrilita' eventualmente anglofona.

    RispondiElimina
  67. Guido Macchiaverna-IL DUCATISTA-23 dicembre 2008 20:21

    Sera a tutti..passo di nuovo di qui..a ENRICO posso dirti che la mia coerenza su alcuni prodotti e sempre la stessa,a prescindere della vittoria Moto Gp;continuo a dire che i nuovi Monster creati, per me sono lontani anni luce dal mio caro e vecchio Mostro,a livello di estetica e particolari..Ho criticato anche io mesi fa le scelte su moto di nuovo corso e merchandising sempre piu spietato(ricordo che su il vino Desmo-Rosso, fui uno dei primi a criticare,con conseguente putiferio all'interno del Blog..Riguardo all argomento chiusura Desmoblog,credo che non ci sara'..MARC POELS ha indovinato il tutto..il blog,come la penso anche io, e' stato sospeso proprio perche non essendoci responsabili non ci sarebbe stato nessun controllo...poi sentendo ieri sera l amico MARCO VILLA, anche se non mi ha fatto sapere piu di tanto, che ci saranno sorprese..spero che ci siano anche a livello di moto...chissa' ENRICO, fosse la volta buona che dovremmo ricrederci?mah,io dubito,pero' sperare in qualcosa di meglio e' sempre lecito..BUON NATALE a tutti..

    RispondiElimina
  68. Certo potevano sospendere solo l'inserimento di nuovi commenti invece di cancellare tutto lo storico.
    Io non ho nulla da ridire nei confronti di Marco e della Eli, penso sinceramente che siano entrambi appassionati in buona fede, penso solo che l'AD o chi per lui quando ha cercato il dialogo con loro ha perso una buona occasione per dialogare anche con qualcuna delle campane che suonavano stonate.
    Chiamare solo le due persone che erano sempre d'accordo su tutto (che guarda caso non sono possessori e utenti di moto Ducati) mi fa pensare chiaramente che il livello di buona fede da parte della dirigenza sia bassino, anche in considerazione del fatto che fra gli sfigati ci sono persone di indubbia esperienza, cultura e capacità di valutazione (vedi Marc) e motociclisti ducatisti di lungo corso come per esempio Enrico (anche se é scoglionato nei modi).....volevano evitare proprio di confrontarsi con chi ne sa piu di loro?
    E poi devo credere che Gabry é appassionato e la nuova proprietà non ha scopi speculativi....

    Auguro buon Natale e buone feste a tutti voi.

    RispondiElimina
  69. Marc el Desmo-Resistente24 dicembre 2008 09:42

    Credo che la situazione che conosciamo oggi sia il risultato di una gia lunga storia... In reltà, la gestione della communicazione da Ducati è cambiata del tutto dal arrivata di TPG: a questo momento è scaricata nell'empresa una nuova "famiglia" di gente che non conoscevano niente della moto, ma che erano formati per gestionare le relazioni con i clienti (con noi)...
    Mi sono reso conto rapidamente del cambiamento di mentalità : alla fine degli anni (neri) 1980, feci una visita a Borgo Panigale e facendo un giro completa nell'azienda, passando negli uffici, una porta si aprì e mi trovai naso a naso con Fabio Taglioni. Lo salutai e mi presentai, dicendo che venivo dal Belgio, e immediatamente mi invitò a entrare nel suo ufficio, mi mostrò e commentò fotos che era preparando per un libro e facemmo quatro chiacchiere durante un buono momento. Dopo, mi raccompagnò lui stesso alla porta d'uscita della fabbrica! Un po piu tardi, scrissi al servizio technico commerziale della Ducati-Cagiva per fare suggestioni sull'evoluzione di alcuni modelli. Non soltanto mi risposero dicendo che c'erano cose interessante tra cio che avevo detto, ma di piu mi annunciarono confidenzialmente l'uscita della 907ie (ho comprato la prima arrivata nel Belgio fine 1990) e fecero altre cose che avvevo suggerito. Tutto questo con grande modestia e sincerità (ho ancora le lettere...)da ambi parti...
    Ben piu tardi, al debuto dell'era TPG, inviai un mail al servizio tecnico sulla questione della frizione a secco e della possibiltà di migliorarla con un kit de fabbricazione belga. La riposta venne da una signorina che ovviamente non conosceva nulla della meccanica. Insistei e finalmente, la General Manager of the Marketing, la Signora Annalisa Dimonte, diplomata del Università in Management and Communication mi rispose che sapevano loro meglio di me cio che fare per garantire la qualità dei loro prodotti... Gli feci sapere in termini meno e meno piacevole cio che ne pensavo, ma dopo qualche mail, rinunciai a proseguire senza mai essere riuscito ad ottenere una risposta tecnica e motivata alla mia domanda. Adesso, la Sign. Dimonte non fa piu parte della nuova squadra dirigente, ben fatto per lei :-)
    Ma credo che tutto questo sia bene rivelatore dell'evoluzione che ci ha portato dove siamo e che mi fa dire:

    E viva la Desmo-Resistencia!
    E buon Natale anche a tutti i Desmo-Resistenti :-))

    RispondiElimina
  70. Buon Santo Stefano a tutti, dato che per Natale non m'ero fatto sentire...

    Qualcuno sa come è andata la cena Desmoblog? C'era Del Torchio? Tra l'altro la Eli non m'ha fatto sapere nulla del suo incontro con il grande capo...

    Misteri...

    RispondiElimina
  71. ciao a tutti,arrivo sempre un po tardi quindi spero abbiate fatto un buon natale ed è bello ritrovarvi tutti qui

    Sempre in ritardo ringrazio sauro e fabio per il vostro parere sulla sospensione cantilever.

    sauro come ci si comporta in questo blog?e bene rispettare l'argomento o parliamo di argomenti vari anche qui?volevo chiederti alcune cose sull'st4

    enrico mi sono deliziato con le creazioni di radical ducati ma vedo che molte hanno il monobraccio ;-)

    gigi

    RispondiElimina
  72. ero in cerca di spunti e ho trovato marc poels

    http://www.onewest.net/~ckirk/Bikes/STowners/Poels/ST2+ST4-01_1.jpg

    gigi

    RispondiElimina
  73. Gigi... niente è perfetto... :-)

    Ma se dai una occhiata ai vecchi post di questo blog vedrai una foto di Pepo Rosell di Radical Ducati con indossata la maglietta del C.E.S.F.T. :-)

    Le moto Pepo le "confeziona" su richiesta del cliente e quelle che vedi con il monobraccio sono così per espressa richiesta del committente. Anche se Pepo per primo piange ogni volta che ne monta uno... :-)

    Per le regole del blog ti rimando al primo post pubblicato da Sauro: all'interno troverai un mio commento contenente tutte le severe regole a cui attenersi... :-)

    RispondiElimina
  74. Marc el Desmo-Resistente belga27 dicembre 2008 16:25

    @Gigi : sono da tutte parti :-) Infatto, è una foto della mia ST4s e della ST2 di un amico presa non so piu dove in Francia... Non sei sul Foro ST italiano? Ci sono iscritto ma non c'è molto actività e ce ne sarà meno e meno se non facciano una nuova ST nel 2009 ;-(

    E viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  75. Marc effettivamente non è difficile trovarti,io ho il monster 620 sono finito li perchè sto' pensando di prendere l'st4s my 03 e cercavo spunti per eventuali customizzazioni.
    Vorrei darle una connotazione sportiva,o spogliarla delle carene montare un faro tondo davanti e fare uno stmonster o una bella colorazione sgargiante,vedremo.
    Mantenere l'assetto standard e quelle 2\3 volte l'anno in cui la portero' tra i cordoli sfilare le forcelle alzare il posteriore(è possibile?) e montare semimanubri sportivi.

    I pareri che ho trovato ad ora in rete sono positivi comunque chiedo a te e a sauro un giudizio,in particolare è affidabile?è maneggevole?

    ciao

    gigi

    RispondiElimina
  76. comunque marc una st è troppo da sfigati perchè del torchio possa decidere di affiancarla al desmocaffè

    gigi

    RispondiElimina
  77. Enrico dato che hai cambiato diverse moto potresti darmi qualche dritta sulla compravendita?
    l'idea di prendere un usato non mi fa impazzire e non vorrei beccarmi una desmofregatura.


    Quale sito è meglio? e se mettessi l'annuncio su diversi siti?
    Il diritto di recesso entro sette giorni è valido?
    Curiosità tecnica:quanto dura una frizione a secco?

    gigi

    RispondiElimina
  78. Gigi, la ST é validissima in pista anche senza toccarla, io girai a Magione addirittura con il cavalletto centrale (dopo un po' di giri si consuma e non da piu tanto fastidio :-) ), e ti garantisco che tanta gente con le 998 e 999 vide i sorci verdi. Appena ho tempo posto una foto.

    RispondiElimina
  79. Marc el Desmo-Resistente belga29 dicembre 2008 11:13

    @Gigi: se vuoi comprare una ST4s, meglio di evitare i modelli 2001 e 2002 che conoscono problemi con la loro centralina Marelli ed anche i bilancieri. Per quanto alla frizione a secco, beh sulla mia 907ie, ha 72.000km e sulla ST4s 68.000 e sempre tutte le due come nuove... ma equipaggiate da un kit belga ;-)

    E viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  80. mi ricollego al commento di sauro piu' sopra: mi chiedo se sia piu' paradossale an amministratore delegato che va a cena con i blogger piu' indottrinati, o 2 (o quelli che siano) persone senzienti tra i 35 e i 40 anni che come tu dici,senza esperienze motoristiche, che fanno i misteriosi come fossero i depositari di un sito di pubbbliche opinioni temporaneamente oscurato. e per di piu' si permettono di non rispondere( cosa che io trovo sgradevole) a eventuali email personali per scopo amicizia senza neanche parlare di moto per mantenere segreti particolari. questa è passione o stupidita'? io forse sono poco indicato visto che come aramis sollevo la spada poi la meta' delle volte la devo ricacciare dentro, pero' parlando con calma a me pare cosi'.

    guido: e le sorprese quali saranno? deltochio che si fa fotografare con i blogger invece delle escort o qualche post interessante infine?

    enrico : chi meglio di un possessore di 1098 puo' dirti che dici il giusto ? sara' che io ho una prerogativa x le moto piu' scorfane del mondo...meno male che devono svolgere il loro lavoro per un oretta alla volta...pero' hai pienamente ragione. a parte che da quando andai sulla cisa la frizione 3 volte si è infanzicxxata, che coincidenza, adesso sono curioso delle prove pista, spero di non rimanere troppo trasecolato ancora. incrocio le dita.

    RispondiElimina
  81. ps
    poi da quando ho visto la stradaperta mi inizia a piacere x davvero la multistrada. è proprio vero l'ignorante se non ha uno shock non le capisce certe cose. ciao a todos

    RispondiElimina
  82. E' che non abbiamo insegnato nulla a nessuno.
    Manca l'umiltà per cercare di capire le motivazioni altrui. Manca la buona fede.
    Cosa volete che gliene freghi ad un gruppetto di speculatori griffati dell'essenza delle moto sportive all'italiana che é andata perduta.
    Siamo solo un gruppetto di poveri sfigati (la parola povero usata così mi manda in bestia) che ha disturbato al punto di far congelare lo strumento di propaganda piu economico del mondo.
    Se qualcuno vuole ancora credere alla favoletta faccia pure.
    Io rimango appassionato di belle moto e di belle storie di motociclisti.

    RispondiElimina
  83. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  84. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  85. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  86. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  87. Guido Macchiaverna- IL DUCATISTA-30 dicembre 2008 23:36

    Salve ragazzi,prima di tutto vi Auguro un Felice Anno nuovo e che molti sogni si possano realizzare...Vorrei rispondere all'amico REPARTO CORSE n.6: io non mi aspetto nulla di che da Del Torchio e company,e figurati se mi piacerebbe avere o fare foto con lui..Mi auguro che il blog riapra,perche' a me ha fatto piacere conoscere motociclisti appassionati come me,con diverse vedute ecc,ecc..è stato un bagaglio di cultura il condividere con molti di voi questa passione per la Ducati..tutto qui..Il mio è stato un modo di augurarmi(visto che si e ' toccato il fondo in dirigenza),un auspicio che i vertici,vista la crisi che c'è in corso,e il malumore dei Ducatisti verso queste persone che pensano solo ai Caffe' e poco alle moto,di ridare un po di quello che c'era prima..di quell 'aria genuina che si respirava senza merchandising e senza la moda di oggi,di farci respirare aria di moto e innovazione pensando anche al passato..Percio' mi sono augurato che qualcuno abbia sentito qualcosina che abbiamo detto da tempo a questa parte..ma anche io ho i miei dubbi e resto del parere che tutto quello che dico e' UTOPIA vera..Pero' mai dire mai,che ne dici?Chi VIVRA' VEDRA'..AUGURI AMICI e AUGURI ANCHE A DUCATI...

    RispondiElimina
  88. Buon anno anche a te, Guido... anche se con un giorno di anticipo.

    L'aria genuina di una volta è andata ormai persa, e non è da ora. Sono anni che non vedo produrre una Ducati con lo spirito che c'era una volta: credo si chiami "globalizzazione" e a me mi fa prudere tanto il didietro.

    Nel frattempo ho visto su motosprint le prime foto rubate della stupenderrima Stradapersa, che vista così potrebbe anche non essere male. Peccato che pare ci metteranno dentro il solito 4 valvole da duemila inutili cavalli, vanificando come al solito la sostanza dello spirito della moto che potrebbe essere. Un motore ottimo per una supersportiva non è per forza buono per qualsiasi altro tipo di moto: di questo passo se no mi potrei aspettare un bel bobberone 4 valvole (ops... l'ho detto per paradosso ma Domenicali pare ci pensi davvero...).

    In realtà l'erede della Elefant potrebbe anche starci, perché no... ma a che serve usare un motore così potente e soprattutto così costoso da mantenere a livello di manutenzione? Io ho la sensazione che questo progetto possa fare la fine dello scUterone Gilera GP800: nato per stupire esagerando... mai visto uno per strada.

    Temo che si stia facendo l'ennesimo errore di valutazione con una moto che va bene in teoria per tutti e in pratica per nessuno. Non ruberà clienti alla BMW GS perché la moda è la BMW GS. Non attirerà ducatisti perché una enduro vera e propria non interessa all'utente sportivo che scende dal Monster e nemmeno dal Multistrada (io per esempio non cambierei il mio Multi per una moto più dotata di cavalli ma meno stradale nel comportamento...). Non attirerà i mototuristi perché oggi la manutenzione di un motore Ducati 4 valvole è economicamente piuttosto impegnativa e chi fa magari 20 o 30000 chilometri all'anno prima di comprare una moto da oltre 1000 euro annui di manutenzione ci pensa bene...

    Minchia... ma a chi la venderanno questa meraviglia monobracciata?

    RispondiElimina
  89. Bentornato Guido.
    Mi rivolgo un po a tutti. Siamo stati costretti a rimuovere dei post. Non scendo nei dettagli, tanto se avete letto quanto sopra sapete come la penso. Però chiedo ad Enrico ed a reparto corse n°6 di esprimere opinioni senza scendere nel personale e senza offendere nessuno volontariamente involontariamente o solo per scherzare. Altrimenti si perde lo spirito sincero e passionale, e questo non dovrebbe succedere su nessun blog.
    Grazie e scusate per la patetica predica.

    RispondiElimina
  90. Figurati... io mi sono perfino autocensurato...

    E era l'ultima cosa che pensavo di dover fare qui, ma sembra si fosse passato il segno e mi scuso con chi è stato bonariamente da me colpito.

    RispondiElimina
  91. superpantah hai fatto bene a eliminare i miei post erano proprio infantili , scusa.
    marc mi ha mandato una foto di prossima pubblicazione veramente stupenda di quando aveva 25? anni circa...è straordinaria...è un immagine eccezzzionale alla francoise truffaut.
    per cui ricordati superpantah che aspetto non solo quello che mi devi mandare, ma anche una foto stupenda . so stressante ehh lo so. volevo chiedere ad enrico un reportage sui suoi poensieri sensazioni e immagini mentre viaggiava verso il ring lassu', sempre alla francoise truffaut...bye a todos

    RispondiElimina
  92. ps
    chiedo pubblicamente scusa a eli per lo spirito stupido, e anche a marco villa e a chi si fosse sentito coinvolto nell'umorismo in questione.

    RispondiElimina
  93. guido
    ma figurati lo so che non ti aspetti nulla da gabry, ci mancherebbe. il problema cdi questo marketing è che non rappresenta la qualita' dei mezzi, ma rappresenta se stesso fagocitando ogni altro sforzo di porre al centro la vera tecnica. almeno credo.

    RispondiElimina
  94. Antony a me invece dispiace di aver dovuto censurare (odio anche la parola), ma ho dovuto.
    Non posso e non voglio scendere in particolari, ma credetemi.
    Per quanto riguarda la Eli e Marco ribadisco qunto ho sempre detto, trovo che siano due persone sinceramente appassionate e in buona fede con cui, nonostante qualche scontro, ho sempre avuto piacere di scambiare opinioni, come spero di poter rifare in futuro.

    RispondiElimina
  95. Cambio discorso e torno alla questione fondamentale, cioé le moto ed i motociclisti.

    Auguro a tutti, anche a chi legge e non interviene, di passare un buon fine anno e di cominciare nel migliore dei modi quello nuovo.

    Ciao

    RispondiElimina
  96. Ciao,
    scrivo solo poche righe (e male) per un piccolo problema ad un dito. (Anthony, leggi la tua posta privata e capirai).
    Vi leggo ogni tanto (spesso) ma intervengo adesso per chiarire di non essermi arrabbiato con Anthony e ringraziare Superpantah per i complimenti.

    Mi scuso se non posso scrivere della cena con Del Torchio, ma e' dovuto solo al mio "infortunio", non alla volonta' di non scrivere.
    Specifico solo che la cena era pubblica sul Desmoblog dieci giorni prima, e chi voleva poteva aderire.
    Tant'e' che ho avuito il piacere di conoscere anche un nuovo lettore (poco scrittore) del Desmoblog.
    Che comunque mi manca.....

    In ogni caso..da motociclista, per prima cosa, Ducatista, per seconda.....BUON ANNO A TUTTI.
    E SPERIAMO CHE IL 2009 NON SIA COSI' NERO COME LO DIPINGONO.

    Buon anno!

    RispondiElimina
  97. @ Antonio : 22 soltanto, era nel 1970 vicino a Val d'Isère, per andare a un raduno famoso a quest'epoca "Les Chamois", e non era lontano della frontiera italiana. La moto è una Elite che tengo sempre ;-)
    Tutti i miei auguri anche da me per 2009 a tutti voi e a cloro che ci leggono, forse avremo la possibilità di vederci "dal vivo" l'anno prossimo ! E forse anche ci ritrovaremo prossimamente sul Desmoblog, chi sa? (Ma non vorrei essere al posto di coloro che dovano gestire la cosa, sarà il momento di rivedere i loro corsi di communicazione!)

    E viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  98. superpantah hai fatto bene ripeto, anche se volevo solo scherzare sapendo perfettamente che marco e eli avrebbero letto,l'abbottonato non sono io mi piacerebbe che allo scherzo mi si rispondesse con lo scherzo, io non mi offenderei assolutamente.
    di cene e altre cose mistiche non mi interessa giuro magari si scherzera' dal vivo anche con i diretti interessati , la eli è permalosa si sa e il mistero si sa è donna... marco ti ricambio gli auguri di un 2009 fantastico.

    RispondiElimina
  99. marc
    bella immagine ripeto...all truffaut\godard..bella!
    speriamo che nessuno mi censuri la tua interview che mi hai gentilemnte concesso...

    RispondiElimina
  100. ps x marco villa

    lo sai apertamente come la penso sulla vostra opinione in merito ai rapporti con ad vari, per cui non mi pare di aver detto nulla di rilevante. anzi mi piacerebbe molto sapere cosa si prova a parlare con lui o ascoltare la sua esperienza decennale mentre spiega le cose a appassionati come noi altri, questo sarebbe interessante da sentirvi dire visto che siete gli unici fortunati che hanno potuto toccare con mano la sua vicinanza. pero' siete abbottonati e molto sinceramente non approvo, anche se non sono molto interessato non confidando in cose profonde da ascoltare .

    RispondiElimina
  101. Marco Benvenuto.
    Lo so che l'invito alla cena era pubblico e rivolto a tutti. Io mi riferivo ad altro, ma probabilmente avevo sentito voci sbagliate.
    Comunque per la questione del racconto della chiacchierata penso che non dobbiate dare nessuna spiegazione a nessuno per il vostro silenzio. A me personalmente il gossip non interessa. Invece mi interessa il futuro del Desmoblog ed ancora di piu della Ducati, ma posso resistere e scoprirlo quando sarà il momento. Le anticipazioni sono inutili e spesso sbagliate. Per tanti anni ho frequentato persone che me ne davano tante, e non ho mai pensato che fosse un vantaggio.
    Ciao

    RispondiElimina
  102. ciao ragazzi colgo l'occasione per augurarvi buon anno..e ringraziare Enrico per avere lasciato l'indirizzo di questo blog molto interessante, che seguo con interesse e che mi trova daccordo su molte idee di pensiero:)

    pompone73

    RispondiElimina
  103. esiste ancora il diritto di critica, di replica, e sopratutto di ironia? a me mi sembra che neanche zelig lo oscurano...cancellare un post che ironizza su 2 persone ovvvviamente civili penso sia un diritto. se lo scherzo viene cancellato è grave. soprattutto per i destinatari. senza polemica superpantah lo sai che ti rispetto alla grande. cosi come rispetto i destinatari della mia ironia.

    RispondiElimina
  104. ps
    non esageriamo non siamo sul desmoblog ....
    evidentemente dei tratti comportamentali dei 2 persone hanno suscitato la ironia di 2 persone, io al posto loro ne riderei ampiamente e cercherei di capire autocriticamente. e mi sembra che marco lo faccia. ridiamoci un po' su gia la vita è pessima non intossichiamoci troppo con eccessiva presa di posizione.

    RispondiElimina
  105. Suspense: aprirà o non aprirà???

    E viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  106. Ci sarà da aspettare ancora un po'?

    RispondiElimina
  107. Ottonero ha inserito un post interesante sul suo blog. Andate a leggerlo.

    RispondiElimina
  108. Si, interessante, ma non molto rassicurante... Se di piu della gestione dubbiosa dell'evoluzione dei modelli, adesso c'è anche alla borsa che se giocca il futuro del marco, si puo temere giorni neri a Bologna. Ma forse va l'AD spiegarci tutto questo quando va a riaprirse il Desmoblog?

    E viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  109. Si Marc, di rassicurante ultimamente c'é ben poco.
    Non ci rimane che andare al Ducati Caffé a Roma...

    RispondiElimina
  110. http://it.messages.finance.yahoo.com/Azioni_Italia/threadview?m=te&bn=ITF-Stocks-DMH.MI&tof=54&rt=2&frt=2&dir=b&ri=4281&t=c

    RispondiElimina
  111. Marc el Desmo-Resistente belga11 gennaio 2009 13:39

    E dopo una settimana, il Desmoblog è sempre chiuso... Devono avere gravissimi problemi per trovare une modo di non perdere la faccia, perche lo più aspettano, lo più difficile di trovare una buona spiegazione...

    E viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina
  112. Marc el Desmo-Resistente belga31 gennaio 2009 11:18

    L'hanno perso queta volta (la faccia)...

    Y viva la Desmo-Resistencia!

    RispondiElimina